Quello che vi abbiamo raccontato su tutto quello che è successo dietro le quinte della puntata di "Made in Sud" in onda lunedì scorso, riguardo l'alterco tra Elisabetta Gregoraci e Gino Fastidio, ha prodotto una serie di strumentalizzazioni e di inesattezze su larga scala che, nel rispetto di tutti, è opportuno chiarire. Stando alle fonti in nostro possesso, la Rai pubblicherà presto un comunicato in cui, sostanzialmente, conferma la lite minimizzandone i toni accesi e confermando l'allontanamento di Gino Fastidio da Made in Sud per "problemi personali".

Ma è questo quello che è accaduto nella serata del 1° aprile dietro le quinte dell'Auditorium del Centro di Produzione della Rai di Napoli. Dopo uno sforo di circa 8 minuti dal programma precedente a Made in Sud, il "Tg2 Post", la scaletta è costretta a subire drastici cambiamenti e tagli. Tra gli sketch eliminati anche quello di Gino Fastidio che, alterato, dopo aver appreso del taglio ha inveito contro Elisabetta Gregoraci, strattonandola davanti a tutti. La soubrette, impaurita, si è allontanata e Biagio Izzo, il co-conduttore e partner in scena di Elisabetta Gregoraci, è stato tra i primi ad intervenire allontanando l'attore che, dopo circa venti minuti, ha ripreso con gli insulti e gli strattoni.

Alla luce delle numerose speculazioni generate dopo la nostra notizia, restava quindi necessario stabilire la bontà dei fatti accaduti davanti a numerosi testimoni, dagli operatori agli impiegati di produzione fino agli stessi comici, da noi verificate attraverso più fonti, vicine sia all'entourage di Elisabetta Gregoraci e sia alla produzione di Made in Sud. Infastidisce, inoltre, la percezione completamente sbalestrata della notizia, dal sentiment che arriva attraverso i social network, secondo cui Gino Fastidio sarebbe stato allontanato solo perché Elisabetta Gregoraci "è raccomandata". No, il comico viene allontanato per quanto accaduto. E, ufficialmente, "per problemi personali".