È stata la fatica di dovere rincorrere i ritmi di un personaggio al quale aveva già dato tutto se stesso a spingere Davide Devenuto a lasciare Un posto al sole. In un’intervista pubblicata sul settimanale F, l’attore che per 16 anni ha prestato il volto al personaggio di Andrea Pergolesi ha reso noti i motivi che lo hanno spinto a lasciare la popolare soap opera di Rai3. Compagno della lanciatissima Serena Rossi, recentemente apparso nella fiction Rosy Abate – La serie, Devenuto ha chiarito avere già dato tutto ciò che poteva al ruolo che lo ha reso famoso:

Mi rendo conto ora che avevo un ritmo di vita insostenibile, non riuscivo più ad apprezzare niente, perché dovevo fare tutto di corsa, la parte piacevole del lavoro si è esaurita. Rimangono la fatica, le frustrazioni, e un personaggio che ha raccontato tutto.

Come lascerà il personaggio di Andrea Pergolesi

Troppo, è come se mi fossi reso conto di non essere più utile. Devo sentire che la cosa che faccio arricchisce me per primo, altrimenti non ce la faccio” ha risposto Devenuto quando gli è stato chiesto quanto tempo avesse impiegato a maturare la decisione di lasciare Un posto al sole. Al suo personaggio sta già cominciando a dire addio, anche se per lui le riprese termineranno ufficialmente a gennaio 2020:

Ci ho investito tantissimo, per me è stata veramente una passione. Mi ero completamente identificato con Andrea, che tra l’altro ha esaltato certi lati del mio carattere. A volte ho pensato che insieme al copione mi avrebbero dovuto fornire uno psicologo. In ogni caso girerò fino a gennaio quindi avrò tempo per elaborare questa separazione.

Davide Devenuto è il compagno di Serena Rossi

Devenuto è legata da anni a Serena Rossi, attrice campana che con la serie tv Rai Io sono Mia ha trovato la sua consacrazione e uno spazio sempre maggiore nel mondo dello spettacolo. Già genitori di un bambino, potrebbero preso metterne in cantiere un altro: “Dobbiamo incastrare con la sua carriera, ma o lo facciamo entro un anno o non lo faccio più, sono vecchio”. Il matrimonio, invece, non rientra tra i loro progetti:

Non ancora. Mi dà fastidio che si possa pensare che sia un modo per sfuggire dalle responsabilità, perché è il cliché più cretino dell’universo. Io vivo insieme a lei, abbiamo fatto un figlio e io mi sento sposato. Cosa cambia?