"Chernobyl", la miniserie HBO che sta facendo letteralmente impazzire il mondo della serialità americana, arriverà in Italia il 10 giugno su Sky Atlantic. Cinque puntate che raccontano, con estremo realismo e grande lucidità, i giorni del disastro più grande della storia della nostra umanità. Il 26 aprile 1986, alle ore 1.23 circa, presso la centrale nucleare V.I. Lenin, il reattore esplose provocando un vasto incendio e una serie di ripercussioni gravissime per la popolazione e per l'Europa stessa.

La trama della miniserie

La miniserie racconta le ore del disastro e quelle successive, dagli eroi caduti alle trame politiche di un evento che ha portato a circa 4000 morti su 5 milioni di residenti nelle aree contaminate. "Chernobyl" racconta tutto senza risparmiare nulla di quei giorni successivi che provocarono 31 morti per l'esposizione alle radiazioni nel giro di poco tempo. Negli anni successivi, centinaia casi collegati alle radiazioni: tumori, malformazioni e ancora morti, tanti morti.

Il cast della miniserie

La produzione HBO/SKY conta un cast di prim'ordine: Jared Harris ("The Terror") è Valerij Legasov, vicedirettore dell'istituto dell'energia atomica Kurchatov e parte della squadra che risponde al disastro di Chernobyl. Stellan Skarsgård ("Amistad", "Will Hunting", "Nymphomaniac") è Boris Shcherbina, vicepresidente del consiglio dei ministeri e capo dell'ufficio per il combustibile e l'energia, a capo della commissione governativa dopo il disastro. Emily Watson ("Le onde del destino", "Storia di una ladra di libri") è Ulana Khomyuk, scienziata che indaga sul disastro di Chernobyl.

La produzione

La serie è frutto di investimenti e accordi commerciali tra HBO e Sky per un totale di 250 milioni di dollari. È stata girata in Lituania, a Fabijoniškės, paesino nella vicina capitale Vilnius. Il luogo è stato scelto perché estremamente somigliante alla città ucraina di Pryp”jat’. Per le riprese all'interno della centrale nucleare è stata scelta Visaginas, dove vi è una centrale dismessa, quella di Ignalina, nota come "la sorella di Chernobyl".

L'importanza di Chernobyl

Grazie al suo ritmo, al suo incredibile livello di verità, la miniserie è diventata – dopo soli tre episodi dei cinque previsti – la più votata dagli utenti di Imdb, superando di netto le serie migliori della storia, tra cui "Breaking Bad", "The Wire" e "Il Trono di Spade". Diretta da Johan Renck, sceneggiata e ideata da Craig Mazin, la miniserie è un collage di momenti che rappresentano una drammatica discesa nell'impotenza umana, nella sua miserabile fallibilità, nella sua cattiveria. È un capolavoro, va accordata la massima fiducia: non vi lascerà spazio per altro.