Un debutto da record per "Chernobyl", la serie Tv originale co-prodotta da Sky e HBO, che racconta il disastro nucleare della cittadina ucraina avvenuto nella notte del 26 aprile 1986. In tutto 550 mila spettatori medi hanno visto la puntata d'esordio della serie ispirata al libro "Preghiera per Chernobyl", composta da cinque episodi, andata in onda il 10 giugno, per poi restare a disposizione dei clienti sulla piattaforma on demand. Il dato include peraltro anche quei clienti che hanno visto la serie in anteprima lo scorso weekend.

Numeri che rappresentano il primato di ascolti assoluto in Italia per una produzione europea di Sky. Alcuni mesi fa l'emittente recentemente acquisita da Comcast gridava al record per il risultato di un altro prodotto europeo di grande successo, "Das Boot", corrispondente alla metà del numero realizzato da "Chernobyl" al suo debutto. E quello della serie britannica scritta e pensata da Craig Mazin, diretta da Johan Renck, con un cast che vede protagonisti Jared Harris, Emily Watson e Stellan Skarsgard, è un risultato che si avvicina clamorosamente a quello ottenuto dal primo episodio di "Catch 22", la serie concepita e diretta da George Clooney, la cui prima puntata era stata vista da una media di 566 mila spettatori.

Non è un caso che "Chernobyl" si sia imposta, in queste ultime settimane, come un prodotto destinato a lasciare sulla storia della serialità televisiva. Non slo perché è stata accolta da valutazioni impensabili da parte della critica (per molti è un prodotto superiore a due titoli di riferimento della serialità televisiva come "Breaking Bad" e "Il Trono di Spade"), ma perché ha il pregio di riaccendere un faro su una vicenda drammatica, che per qualche strana ragione non è universalmente compresa nella sua incredibile e assurda gravità, considerando gli effetti che ha avuto in tutta Europa e la situazione apocalittica vissuta in quelle ore di aprile del 1986. . Chernobyl è in onda ogni lunedì alle 21.15 su Sky Atlantic, anche on demand, e in streaming su NOW TV.