Paolo Vallesi, fresco vincitore della seconda edizione di "Ora o mai più", è ospite de "La cassettiera", l'ormai classico momento di apertura di "Vieni da me", il programma del pomeriggio condotto da Caterina Balivo su Rai1. Si parla di tutto con il cantante fiorentino, soprattutto della vittoria a "Ora o mai più". Ha ringraziato Ornella Vanoni: "Devo tutto ad Ornella Vanoni, questa vittoria di Ora o mai più ha rimesso a posto la mia vita ed è tutto grazie a lei".

Il racconto di Paolo Vallesi

Paolo Vallesi racconta che suo padre gli porta fortuna perché, nell'anno in cui vinse Sanremo nella categoria "Novità", suo padre andò a dormire e il giorno dopo scoprì della sua vittoria. Ha fatto lo stesso con "Ora o mai più", ecco il suo racconto:

Quando feci Sanremo nel 1991, papà andò a dormire dopo la mia esibizione perché gli bastava così. Convinto che non vincessi, ma il giorno dopo gli dissero: "Guarda che ha vinto tuo figlio!". Con ‘Ora o mai più' ha fatto lo stesso, dopo la mia canzone è andato a dormire e gli ho detto: "Babbo, tu mi porti fortuna!".

Il Festival di Sanremo con Mia Martini

Paolo Vallesi partecipò l'anno successivo nella categoria Big, riuscendo ad arrivare terzo classificato con "La forza della vita". I ricordi di quell'anno sono relativi a un podio di grandi amici e di grandi artisti, come Luca Barbarossa che vinse con "Portami a ballare" e soprattutto Mia Martini con "Gli uomini non cambiano".

Fu una esperienza incredibile e salire su quel podio, subito dietro Luca Barbarossa, che oggi è un amico fraterno anche in nazionale Cantanti, ma soprattutto Mia Martini. Era una donna unica e fantastica, ce l'hanno tolta troppo presto.

I momenti più duri

C'è stato un momento difficile nella vita di Paolo Vallesi, quando ha capito di non essere desiderato da nessuno. Per raccontarlo, racconta un aneddoto.

Ci sono stati momenti molto duri, il più basso della mia vita artistica riguarda una mucca. Una mucca vera. In questo periodo, per sensibilizzare la comunità europea per le quote latte, portavano in giro questa mucca che si chiamava "Mucca Carolina" con un foulard giallo. Veniva portata nelle piazze e negli spettacoli, era diventata una specie di star. Facciamo questo spettacolo in Umbria e c'erano tanti artisti e c'era anche la "Mucca Carolina". Capisco subito che i primi a esibirsi sono i più famosi, via via vanno via gli artisti, e rimaniamo in 3 e 4 e la Mucca Carolina. Fino a quando non rimaniamo solo io e la Mucca Carolina. Cosa penso io? Quando il presentatore dice: "E ora ecco a voi…" io mi alzo e mi preparo, ma lui fa entrare: "La Mucca Carolina". In quel momento, ho capito che non ero più desiderato da nessuno.

Paolo Vallesi misura bene le parole, consapevole che il successo è secondario, aleatorio, distante dalla vita vera.

La mia felicità non dipende da questo, io ho sempre continuato a fare musica anche nei momenti più difficili. La musica mi ha fatto vivere in modo generoso, a volte solo sopravvivere. Però, questa è la mia missione. Siamo in un ottovolante, non mi piace di abbattermi. La vittoria di "Ora o mai più" ha rimesso tanti pezzi a posto nella mia vita.

La vita privata di Paolo Vallesi

"Quando finisce un matrimonio è un fallimento, ma l'amore si trasforma". Ha dichiarato Paolo Vallesi, separato dal 2001:

Oggi lei è felice con un altro, io sono felice con un'altra e abbiamo un figlio bellissimo. C'è un rapporto bellissimo ancora oggi, così con mio figlio Francesco. Ho avuto molti più litigi con le mie fidanzate successive, che con lei.