Paola Caruso, ormai al nono mese di gravidanza, è tornata a Domenica Live per raccontare un nuovo capitolo della complessa vicenda che la vede opposta all'ex compagno Francesco Caserta. Lasciata da lui dopo essere rimasta incinta, la showgirl ha accusato l'imprenditore di non curarsi minimamente di un figlio che ha avuto in precedenza da un'altra donna. Inoltre, ha annunciato che metterà fine una volta per tutte alle insinuazioni di Caserta sulla paternità, chiedendo lei stessa il test del Dna sul suo bambino non appena sarà nato.

Caserta non avrebbe riconosciuto il suo primo figlio

Barbara D'Urso ha aperto l'intervista leggendo alla Caruso alcune lettere arrivate in redazione. La prima è della sorella di Caserta (qui il video), che sostiene come suo fratello abbia riconosciuto il primo figlio. La seconda è di una coppia di amici, che accusa Paola di essere gelosa di questo bambino, che oggi ha 9 anni. "Le parole sono parole, io guardo ai fatti" ha ribadito la soubrette, "Quello che so con certezza dalla madre del bimbo, con cui mi sento, è che non è stato riconosciuto. Lui lo sa che Francesco è il padre ma Francesco non lo chiama. È vero che sua mamma e sua sorella vedono il bambino, ma il padre è assente. Questi amici non sono amici miei, sono il socio di Francesco e la migliore amica di sua sorella. Ti pare che possano dire che sono una brava ragazza? Le loro sono solo falsità, non me la prenderei mai con un bambino". La ex naufraga dell'Isola de Famosi ha inoltre sostenuto che Francesco frequenti un'altra donna: eppure, soltanto un mese fa lui avrebbe cercato di riavvicinarsi a lei.

Lui ha una fidanzata, credo sia la terza da quando ha rotto con me. A Natale l'ho sentito e pensavo che volesse un riavvicinamento. Il 27 dicembre diceva che sarebbe venuto da me in Calabria, invece quattro giorni dopo ha fatto il Capodanno con i suoi genitori, questa coppia di amici e questa ragazza. Con lei si è fatto anche un viaggio a Dubai, il viaggio che dovevamo fare noi per festeggiare l'arrivo di nostro figlio.

L'annuncio di Paola Caruso

Infine, la Caruso ha replicato alle pesanti accuse di Caserta, che ha messo seriamente in dubbio di essere il padre del bambino (video sotto al pezzo).  Per togliere ogni dubbio a livello pubblico, sarà lei stessa a chiedere che venga effettuato il test del Dna sul piccolo Michele, dopo la sua nascita.

Sono 8 mesi che subisco ogni giorno mobbing dai suoi 4-5 amici, che su Instagram continuano a darmi della "capra" e della "poco di buono". Perché dice che non sa se è figlio suo? Perché è l'unico modo per giustificare il suo comportamento. Ma lui sa benissimo che è figlio suo. Ho screen di messaggi in cui mi ha chiesto di non chiamare il bambino Michele, ma Giovanni come suo padre. Voglio fare un annuncio: sono io stessa che quando nascerà farò il test del Dna del mio bambino. Sono troppo sicura che sia suo figlio.