Gli ascolti tv di venerdì 15 gennaio 2016 parlano chiaro: è Giorgio Panariello il re della serata con la fiction "Tutti insieme all'improvviso", che ha totalizzato una media di 4.353.000 spettatori, pari al 15,93% nel primo episodio, 3.406.000 (15,17%) invece nel secondo. La fiction, diretta dal regista Francesco Pavolini, vede protagonisti Giorgio Panariello (l’irrazionale e istintivo veterinario Walter che torna in Italia dopo vent’anni di Africa), Lorenza Indovina (la cognata di Walter, Annamaria, con cui ha avuto una relazione e che ora si ritrova vedova), Lucia Ocone (la sorella di Annamaria, Laura, ottima veterinaria che per la carriera ha sacrificato la sua vita personale) e Marco Marzocca (nei panni di uno storico amico di Walter e personaggio chiave della clinica veterinaria).

Trama e cast di  "Tutti insieme all'improvviso"

La serie, di otto puntate, racconta la vita di Walter Brandi (Giorgio Panariello), un veterinario amante degli animali dal carattere impulsivo e diretto che, dopo aver tradito la fiducia di suo fratello Filippo si è trasferito in Africa. Alla morte di Filippo, Walter è costretto ad abbandonare la semplicità dell’Africa e a rientrare nella caotica realtà romana, scontrandosi con lo choc di vedere i suoi tre nipoti sconosciuti Paolo (Giuseppe Maggio), Sara (Teresa Romagnoli) e Samuele (Valerio Ardovino). La vita di Walter verrà sconvolta da due scoperte: il fratello gli ha lasciato in eredità l’1% della clinica veterinaria che possiede e uno dei tre figli, Paolo, irrequieto e confuso, in realtà è suo figlio. Mentre la famiglia Brandi tenterà di riprendersi dal lutto, Walter dovrà imparare a farsi apprezzare da tutti, anche dalla tata Mamy (Felicité Mbezele), la sarcastica domestica che non perde occasione per massacrarlo. Ad aiutarlo ad affrontare tutti i cambiamenti ci saranno il suo amico storico Carlo (Marco Marzocca) e la bravissima veterinaria  e sorella di Annamaria, Laura (Lucia Ocone). Walter col passare dei mesi riuscirà a farsi strada nel cuore della famiglia, col suo modo scanzonato e le sue massime di vita africane sconclusionate, il suo approccio divertito alla vita e la capacità di sdrammatizzare sempre tutto, ma gli imprevisti saranno sempre dietro l’angolo.

L'atteso ritorno di Coliandro con Giampaolo Morelli

Ma se è pur vero che l'esordio di Giorgio Panariello su canale 5 ha sconfitto la concorrenza e persino i buoni propositi di Bruno Vespa che, con il suo "Speciale Porta a Porta: dalla Russia con Al Bano", ha totalizzato un risultato alquanto timido nei suoi 3.445.000 spettatori (14,02% share), a ben vedere l'analisi dei dati il vero trionfatore della serata è decisamente un altro. Giampaolo Morelli e il ritorno dell'Ispettore Coliandro  su Rai 2 sono stati accolti da ben 3.253.000 spettatori (12,64% share), grazie senza dubbio anche alla campagna social intrapresa qualche settimana prima del rientro in Rai. Numeri fuori dal comune e da ogni immaginario per la seconda rete Rai, che nella migliore delle ipotesi non smuove il dato dai due milioni di telespettatori.

Il resto degli ascolti tv

Briciole per i restanti programmi delle reti generaliste: «Fast and Furious» su Italia ha totalizzato 1, 1.796.000 spettatori (7,06%) e "Quarto grado" su Rete 4 ha riscosso 1.601.000 spettatori, per il 8,04% di share. "Il segreto della libellula" su Rai 3 ha ricevuto l'attenzione di 1.629.000 spettatori (6,22%), mentre 590.000 spettatori (2,61%) hanno seguito la serie «1992» su La7.