Pamela Prati lascia lo studio di Live – Non è la D’Urso a pochi istanti dall’ingresso in pompa magna. “È iniziato tutto con te e vorrei che stasera si mettesse la parola fine. Sono venuta perché tu hai insistito, per rispetto tra artiste. Non voglio rispondere alle stesse cose che ho già detto” dice prima di tornare dietro le quinte. Furiosa comprensibilmente la padrona di casa: “A questo punto, purtroppo, io vado avanti da sola e faccio vedere tutto quello che avrei fatto vedere a Pamela Prati a cui avrei chiesto di far vedere la foto di Mark. Vado avanti lo stesso, anche perché Pamela dovrebbe sapere che il suo Mark Caltagirone da un anno scrive anche a me”.

La Prati rientra in studio

La Prati rientra dopo qualche secondo ma continua a non voler rispondere alle domande della D’Urso. Chiede alla conduttrice che non le siano rivolte domande: “State parlando di me da settimane, basta!”. La padrone di casa risponde puntuale: “Io tratto la tua vicenda perché siamo sotto testata giornalistica e questa è cronaca. Mi sono presa della ‘stupida’ da Roberto D’Agostino perché ho continuato a difenderti anche davanti all’evidenza”.

Il contenuto degli sms inviati alla D’Urso

Dopo settimane di attesa, la D’Urso rivela finalmente il contenuto degli sms che Mark Caltagirone le starebbe inviando da un anno: “Mark Caltagirone mi scrive da un anno, messaggi di lavoro. Sai che mi ha mandato il video di un bambino. Sono messaggi di lavoro un po’ bizzarri. Parlava di investimenti, Publitalia, Mediaset. Abbiamo cercato di capire ed era tutto inesistente. Al telefono mi ha detto che non poteva farsi vedere perché c’era un’esclusiva con Verissimo”. Poi le chiede del premio mai vinto in Albania a nemmeno a quel punto la Prati si sbottona: “Non gli ho fatto l’interrogatorio, non stiamo insieme da 10 anni, non so dei suoi premi. Lo dite voi che non esistono. Non voglio rispondere alle tue domande, non sono qui per essere interrogata, sono qui per salutare. Sono d’accordo, dovrebbe essere lui a metterci la faccia e a venire qui. Questi discorsi dovrebbe essere affrontati in sedi diverse, non in uno studio televisivo”.

La Prati resiste, poi saluta e va via

I documenti del mio fidanzato? Non voglio parlare di cose personali e private. Mi stai facendo un processo in un modo molto sottile. Sono venuta per educazione, perché tu hai insistito. Se ci credete bene, altrimenti è un problema vostro. Parliamo d’altro” insiste ma la D’Urso non ci sta: “No, non parliamo d’altro. Ci sono dei giornali che fanno inchieste e ne parliamo”. “I giornali non devono fare inchieste” risponde la Prati, travisando il senso stesso di stampa. Poi, allo stremo della pazienza e con il pubblico che la contesta, chiede di lasciare lo studio: “Vorrei educatamente salutarti, salutare il pubblico e andare”. Nulla di fatto nemmeno con il confronto diretto: Mark Caltagirone e la sua voce restano ancora un mistero.