Martedì 26 febbraio, Striscia la Notizia ha mandato in onda un nuovo servizio su Nino Castanotto, il cavaliere di Uomini e Donne Trono Over accusato di truffa contro alcuni ex dipendenti. Il tg satirico di Antonio Ricci ha introdotto un ulteriore tassello nella vicenda, parlando di un ristorante che è stato da lui gestito e nel quale avrebbe accumulato, ancora una volta, numerosi debiti. In Sicilia, Castanotto è stato raggiunto dall'inviata Stefania Petyx per un commento sulla vicenda ma è stato tutt'altro che collaborativo. Come hanno mostrato le immagini di Striscia, il Cavaliere ha addirittura aggredito la Petyx danneggiando la telecamera dell'operatore, tanto che si è reso necessario l'intervento dei Carabinieri.

Il caso del ristorante

Dopo lo scontro e l'arrivo delle Forze dell'ordine, Castanotto ha minacciato di denunciare il tg satirico, ma la Petyx ha replicato: "Sei tu che ci hai aggredito, ci hai rotto la telecamera". Una volta raggiunta la calma, l'uomo ha chiarito la sua posizione, ammettendo che durante la gestione di un ristorante in Franciacorta ha contratto debiti con alcuni collaboratori e con il proprietario del locale. Documenti alla mano, Castanotto è riuscito a dimostrare di aver già versato 5mila euro degli arretrati in questione, rifiutando di riconoscere i restanti 2.500 euro segnalati da Striscia (qui il video del servizio).

Le accuse di Striscia contro Nino Castanotto

Se la questione del ristorante sembra dunque chiusa, resta tutt'altro che risolta l'altro caso che ha visto Castanotto protagonista di precedenti servizi di Striscia la Notizia. Tutto è nato dalla segnalazione di una donna, ex dipendente dell'agenzia di viaggi che il Cavaliere dell'Over possedeva in Sicilia. La signora sostiene che Castanotto dovrebbe a lei e ad altre persone una grossa cifra: "Fra i decreti ingiuntivi e l'istanza di fallimento stiamo parlando di una cifra che supera i 40 mila euro per quello che riguarda la mia persona. Di mezzo ci sono tanti ex clienti. Dopo 18 anni di lavoro insieme mi ha mancato di rispetto, se mi avesse detto almeno ‘Elena grazie per quello che hai fatto per la mia agenzia'. Mi ha trattato male, l'ultima cosa che ricordo di lui è il sorriso beffardo mentre io piangevo".

La replica di Castanotto

Dopo quel servizio, Castanotto si è rifiutato di parlare con il tg satirico, chiudendo la porta in faccia a Max Laudadio, salvo poi richiamarlo e fornire la sua versione dei fatti: "La signora in questione ha una querela da parte mia. È una pazza. Gli altri io li ho in parte già rimborsati". Successivamente, il volto di Uomini e Donne ha accusato Striscia di aver tagliato parte le sue dichiarazioni, sostenendo di aver sporto denuncia verso il programma di Canale 5.