La madre di Nadia Toffa, Margherita, è stata ospite della puntata di ‘Domenica Live‘ trasmessa il 10 novembre. L'intervista con Barbara D'Urso si è rivelata particolarmente emozionante. Anche la conduttrice, infatti, era molto legata all'inviata de ‘Le Iene' e ha spiegato:

"È molto emozionante per me, ho anche l'affanno, tu sai il rapporto speciale che c'era tra me e Nadia. Ieri ho fatto un viaggio in treno molto complicato. Tornavo da Roma. Ho controllato tutti i servizi che oggi avremmo mandato e ho pianto tutto il tempo. Mi sono sfogata ieri in treno e oggi proverò a essere impassibile, anche se è impossibile".

Mentre leggeva il modo in cui Nadia Toffa ha raccontato il giorno del malore, Barbara D'Urso aveva la voce rotta dal pianto.

Le lacrime di mamma Margherita

Vedendo le immagini che ritraevano Nadia Toffa, la madre Margherita si è commossa. Barbara D'Urso, allora, ha precisato che tutti i video andati in onda, sono stati precedentemente concordati con la signora. Quest'ultima, visibilmente emozionata, ha raccontato gli ultimi giorni di vita della figlia:

"Ha sorriso fino alla fine, fino all'ultimo giorno. Ha sempre ringraziato Dio. Diceva: ‘Se questo è il mio destino lo accetto, se ho ancora qualcosa da fare, mi lascerà qui'. Non si è mai lamentata. Mi diceva: ‘Ti prego mamma non lasciarmi mai, non puoi andartene prima di me'. Mi ha accompagnato per un anno e mezzo e quando l'ultimo giorno l'ho vista cambiare, l'ho vista impallidire, l'ho vista più soporosa ho capito che la mia bambina se ne voleva andare. Le ho sussurrato: ‘Tesoro vola, la tua mamma adesso è serena'. E lei se n'è andata. Ma è qui, sempre qui. Attraverso la malattia ha capito che bisognava accettare il proprio destino, ma anche combattere, affidarsi ai medici e alle mani di Dio".

La coraggiosa battaglia di Nadia Toffa

La signora Margherita ha dichiarato che è stata sempre al fianco di sua figlia, dal giorno del malore fino a quello della morte avvenuta il 13 agosto 2019: "Non l'ho mai lasciata. Sono stata con lei giorno e notte. Anche ad uscire per fare la spesa avevo paura. Volevo stare sempre con lei e per fortuna lei mi voleva. Voleva solo me". Quindi ha parlato della coraggiosa lotta contro il cancro al cervello:

"Ha combattuto e lottato con grande fiducia, con grande forza. Una forza inimmaginabile. Era lei che incoraggiava me. Mi diceva ‘Vedrai mamma che andrà tutto bene'. Sapeva perfettamente quello che aveva. Mi diceva ‘Vedrai mamma, non è in un brutto posto, vedrai che posso conviverci'. Si era rasserenata".

I messaggi che inviava a Barbara D'Urso

Barbara D'Urso ha ricordato le visite in camerino di Nadia Toffa e i numerosi messaggi che riceveva da lei: "Avevamo un rapporto speciale, mi mandava foto di fiori, le foto dei pantaloni che le aveva regalato il suo compagno. Mi diceva: ‘Sono pantaloni invernali. Anche se mi aspettano all'obitorio, io a Natale ci arrivo‘. Una volta è venuta in camerino da me, si è tolta il cappello e mi ha fatto vedere che da una parte era completamente rasata e mi ha detto ridendo: ‘Che mi frega, tanto i capelli ricrescono'". Anche la signora Margherita ha concluso ricordando un aneddoto: "Quando ha fatto la prima chemioterapia. Il suo compagno l'ha aspettata fuori con un cappotto verde mela lungo fino ai piedi. Le ha detto ‘Te lo sto regalando perché sicuramente arriverai al prossimo inverno'". Il 7 novembre è uscito il secondo libro di Nadia Toffa dal titolo ‘Non fate i bravi'. Il ricavato andrà in beneficenza.