Myrta Merlino assente a L'Aria che Tira per la puntata di lunedì 9 marzo. La conduttrice lo ha fatto sapere attraverso i suoi account social, informando il pubblico da casa che la puntata di questo inizio settimana non la vedrà, come d'abitudine, alla guida del programma. La motivazione, lo precisa lei stessa, è quella di un impegno familiare inderogabile. "Sono molto dispiaciuta – scrive la giornalista su Twitter – ma oggi non riuscirò ad essere in onda per un impegno familiare inderogabile. Torno domani, pronta e con tutta l’energia per informarvi!". A sostituirla, lo fa sapere proprio la conduttrice, sarà Francesco Magnani, il giornalista che il pubblico di La7 è già avvezzo a vedere alla guida della trasmissione, essendo il presentatore dell'edizione estiva de L'Aria che Tira da due stagioni.

L'Aria che Tira in onda a porte chiuse

Starà a Magnani raccontare al pubblico della rete di Urbano Cairo, insieme agli ospiti presenti in studio, i risvolti dell'emergenza coronavirus, che nelle scorse ore si è aggravata ancora più di quanto non avesse già fatto nel corso della settimana che è appena passata. Lo farà in uno studio senza pubblico, vista la disposizione del direttore Andrea Salerno, che per primo ha deciso di estendere anche ai programmi trasmessi dagli studi di Roma il provvedimento "a porte chiuse", vietando così l'ingresso del pubblico in studio che abitualmente accompagna i programmi del day time e del pomeriggio di La7. La disposizione ha quindi riguardato anche Tagadà, condotto da Tiziana Panella, Piazzapulita di Corrado Formigli, Propaganda Live condotto da Diego Bianchi e Non è l'Arena di Massimo Giletti. Pochissimi i programmi televisivi che continueranno ad  andare in onda con la presenza del pubblico in studio (ve ne abbiamo parlato qui), tutti registrati prima delle nuove disposizioni governative per evitare il contagio.