"My Little Pony", il film d'animazione del popolare franchise, sta per arrivare su Netflix. La Paramount Pictures aveva intenzione di distribuire il film al cinema, previsto per il 24 settembre 2021 ma la Hasbro Entertainment One, che ha materialmente prodotto il film, ha venduto i diritti a Netflix conservando però la distribuzione per la Cina. Il film dovrebbe arrivare su Netflix entro la fine dell'anno.

Netflix sta spingendo molto sui contenuti per tutta la famiglia, soprattutto per i più piccoli, nel tentativo di contrastare la ricca offerta di Disney Plus. La piattaforma della grande "N" rossa ha acquisito negli ultimi mesi: "SpongeBob: Sponge on the Run", "Over the Moon", "Apollo 10 ½: A Space Age Adventure" e il "Pinocchio" di Guillermo Del Toro. Tanti altri saranno confermati nei prossimi giorni, in linea con la politica di "un film al giorno", come anticipato dal grande video promozionale che racconta il 2021 di Netflix. Tra i più attesi anche il film con Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio "Don't Look Up" e quello di Paolo Sorrentino, "È stata la mano di Dio".

Sulla scia dei cinema chiusi in relazione alla terza ondata della pandemia di coronavirus, la Paramount Pictures ha ceduto numerosi dei suoi titoli alle piattaforme streaming. Tra questi: "Coming 2 America" ​​di Eddie Murphy, "The Trial of the Chicago 7" di Aaron Sorkin e "Without Remorse" di Stefano Sollima con Michael B. Jordan. Anche la Disney si è vista costretta a portare le sue produzioni sulla piattaforma Disney+: "Mulan", "Soul", "Onward". La Warner Bros ha invece spostato le sue produzioni su HBO Max (vedi l'ultimo Wonder Woman 1984). La guerra a suon di produzioni tra le varie piattaforme di streaming è solamente agli inizi. La pandemia ha costretto tutti ad adattarsi definitivamente verso il nuovo paradigma del cinema e della televisione.