Morto Luke Perry, che si è spento prematuramente a 52 anni vittima di un ictus, è già partita la prevedibile e inevitabile processione di addii strazianti all'attore da parte dei compagni di viaggio dell'avventura professionale che ha consegnato Perry alla storia dello spettacolo.

Stiamo parlando naturalmente di Beverly Hills 90210 e il primo a farsi sentire di quegli amici del cast che lo affiancarono per anni nelle avventure della soleggiata California c'è Ian Ziering, al secolo Steve Senders (o sarebbe meglio dire il contrario).

L'addio di Ian Ziering a Luke Perry

L'attore ha pubblicato sul suo account Instagram una foto accompagnato da un lungo e toccante messaggio:

Caro Luke, mi crogiolerò per sempre nei ricordi bellissimi che abbiamo condiviso in questi ultimi trent'anni. Possa il tuo viaggio essere arricchito dalle anime straordinarie di chi ci ha lasciati prima di te, così come hai fatto con coloro che hai lasciato. Che Dio gli riservi un posto a lui vicino, se lo merita.

La morte di Luke Perry a 52 anni

E' morto a soli 52 anni Luke Perry, l’ex divo di Beverly Hills 90210. Era stato colpito da un ictus cerebrale. La notizia arriva dall'estero, con i media di tutto il mondo che stavano monitorando attentamente le condizioni di salute dell'attore. La sua situazione era stata definita difficile fin dall'inizio. Perry era stato trasportato d'urgenza in ospedale il 28 febbraio scorso. I medici avevano parlato di un ictus dagli effetti devastanti. Da quello stato l'attore non si è più ripreso.

La notizia dell’ictus era stata lanciata da TMZ pochi giorni fa. Il noto sito Americano aveva raccontato il ricovero d’urgenza a Los Angeles e la corsa in ospedale partita dopo una chiamata arrivata al 911 dalla sua abitazione di Sherman Oaks, in California. Un portavoce del Dipartimento dei vigili del fuoco aveva raccontato: “Abbiamo ricevuto una chiamata al 911 alle 9:39. I pompieri e i paramedici del nostro dipartimento hanno risposto e un'ambulanza lo ha trasportato in un ospedale della zona”.