Luisa Ranieri, moglie di Luca Zingaretti, protagonista de Il Commissario Montalbano, ha voluto dire addio a suo modo ad Andrea Camilleri sul suo profilo Instagram: "Arrivederci maestro!!! #andreacamilleri #commissariomontalbano #grandezza #cultura #maestrodivita". Se ne va un pezzo della cultura italiana e, senza dubbio, anche un pezzo della loro vita, visto l'attaccamento di Zingaretti al maestro siciliano scomparso. Da 14 anni, Luisa Ranieri ha una relazione solida con Luca Zingaretti, dal quale ha avuto due figlie: Emma e Bianca. La coppia si è sposata con rito civile, nel Castello di Donnafugata a Ragusa, il 23 giugno 2012.

Un lungo sodalizio televisivo, quello tra Zingaretti e Camilleri, che li ha portati a fare un pezzo di strada insieme, in questa vita. L'attore ha voluto dirgli addio con un lungo e commovente post su Instagram, non sentendosela ancora di esporsi pubblicamente. Sono momenti piuttosto delicati per la famiglia di Camilleri, che ha anche chiesto di non presenziare in ospedale in questi attimi di profondo sconforto. Luca Zingaretti, invece, ha voluto ricordarlo cercando di trovare le parole più giuste per spiegare la sua grandezza: "Un Maestro prima di tutto, un uomo fedele al suo pensiero sempre leale, sempre dalla parte della verità che ha raccontato tutti noi e il nostro paese […] Le tue parole resteranno sempre con la stessa semplicità e con l'immensa generosità e saggezza con cui le hai condivise, da mente libera e superba quale sei".

Luisa Ranieri da sempre accompagna il marito nei vari successi sul piccolo e grande schermo. Ultimamente, la coppia ha anche iniziato a lavorare a spalla sul set di un film, Vita segreta di Maria Capasso, ambientato a Napoli. "In generale il lavoro lo lasciamo fuori di casa" ha dichiarato l'attrice in una recente intervista "fin dall’inizio abbiamo cercato di tenere separati pubblico e privato. Ognuno aveva la propria carriera e io ero molto gelosa della mia. Non volevo essere “la donna di Zingaretti”, anche se molte, al mio posto, probabilmente avrebbero sfruttato la sua popolarità".