2.591 CONDIVISIONI
21 Novembre 2021
15:13

Morgan e il racconto del suicidio del padre: “Non immaginavo la sua depressione”

Morgan racconta il suicidio di suo padre a Domenica In: “Non avrei mai immaginato che si sarebbe tolto la vita”.
2.591 CONDIVISIONI

Morgan è stato il secondo ospite della puntata del 21 novembre di Domenica In. Dopo il grande successo e il grande clamore per le sue esibizioni a "Ballando con le stelle", è ospite di Mara Venier che promette: "Voglio parlare poco delle polemiche, ma voglio solo far conoscere chi è il vero Marco". Marco Castoldi in arte Morgan apprezza e rilancia: "Amo la cultura italiana da un punto di vista storico e letterario. Diamo sempre l'esempio della canzone italiana, ma anche la lingua italiana. Dobbiamo preservare la nostra cultura". Sulle sue problematiche: "Io sono un anarchico in un mondo di regole. È ovvio che mi sento combattuto". 

Il racconto di Morgan

Morgan racconta il suicidio di suo padre, professione falegname: "Mi sono sempre chiesto come mai e dopo abbiamo dovuto capire come andare avanti". Morgan racconta che il padre era malinconico, insoddisfatto della vita perché faceva una cosa che non lo appagava.

La morte di mio padre fu uno shock per la mia famiglia. Perdere a sedici anni mio padre ci ha spezzato, a me e mia sorella. Ci ha spezzato una gioia. Ma abbiamo continuato a pensare che dovevamo andare avanti. Mio padre era un falegname, era un po' un Geppetto e io un Pinocchio. Aveva problemi economici. Faceva una cosa che non lo appagava, era insoddisfatto della vita. Non era capace a fare soldi, ma si diceva ricco perché la ricchezza non c'entrava nulla con il denaro. Mi spiegava che la ricchezza non c'entra nulla con i problemi materiali. Purtroppo, però, i problemi materiali c'erano. L'avevo percepito. Io gli prestai anche dei soldi e l'ultimo giorno prima di morire me li ha restituiti. Non avrei mai potuto immaginare, mai, che si sarebbe ammazzato.

Sui motivi del suicidio di suo padre, Morgan non riesce a spiegarsi il perché:

Togliersi la vita è la condizione ultima di chi non conosce più nulla, non riesce a vedere altro. Le foto di mio padre non riesco a guardarle, io vedo un uomo spaventato e invece aveva una famiglia meravigliosa su cui avrebbe potuto fare affidamento. Invece, si sentiva solo.

Le lacrime della madre di Morgan

Il collegamento con Luciana Colnaghi, la madre di Morgan
Il collegamento con Luciana Colnaghi, la madre di Morgan

Luciana Colnaghi, madre di Morgan, interviene in diretta ma non trattiene le lacrime dopo quello che ha visto: "Purtroppo il dolore è ancora forte". Poi racconta chi è suo figlio:

Lui è molto sensibile, gli si avvicinano sempre degli opportunisti, c'è sempre qualcuno che si approfitta di lui e mi dà molto dolore. Ha dovuto alzare dei muri che non sono per lui. Da ragazzo, è sempre stato molto attento, ha sempre avuto tanta grinta e tanta voglia di fare.

2.591 CONDIVISIONI
Morgan: "Mio padre si è suicidato quando avevo 15 anni, un dolore che non meritavamo"
Morgan: "Mio padre si è suicidato quando avevo 15 anni, un dolore che non meritavamo"
Nino D'Angelo racconta a Mara Venier la sua depressione: "Non avevo voglia di far niente"
Nino D'Angelo racconta a Mara Venier la sua depressione: "Non avevo voglia di far niente"
Dove c'è Morgan, c'è spettacolo
Dove c'è Morgan, c'è spettacolo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni