6 Ottobre 2013
21:47

Mistero – Adam Kadmon racconta il femminicidio, storia di una strage

La puntata di Mistero di questa sera racconta la tragica piaga del femminicidio, ripercorrendo le morti e le violenze subite da alcune donne nel nostro paese, Adam Kadmon e Roberta Bruzzone proveranno a far luce sulle scomparse ancora avvolte dai dubbi.
A cura di Laura Balbi

Un nuovo appuntamento con Adam Kadmon a Mistero su Italia 1, che dopo aver raccontato storie di alieni e cerchi nel grano, affronta il tema del femminicidio. Una lunga introduzione sul fenomeno crescente nel nostro paese, analizzando alcuni casi balzati agli onori di cronaca nera negli ultimi tempi. La prima storia che viene presa in analisi è quella legata alla morte di Melania Rea, uccisa nell'aprile 2011. Indicato come assassino di Melania è il marito Salvatore Parolisi, condannato a 30 anni in appello. La ricostruzione dei fatti è ben chiara,  ma a intervenire sulla vicenda è la versione dei fatti di Adam Kadmon, secondo il quale la donna potrebbe essere stata vittima di una cospirazione, addirittura appartenente al progetto Monarch, ad opera di spietati psicologi e militari volti a controllare la mente umana.

Subito dopo la storia di Melania Rea è il momento di scoprire qualcosa in più su una scomparsa ancora irrisolta, quella di Roberta Ragusa. La donna è scomparsa a Gello in provincia di Pisa nella notte del 18 gennaio 2012, la stessa in cui è naufragata la Costa Concordia. Ad allertare le forze dell'ordine per la scomparsa di Roberta è suo marito, che ne denuncia la scomparsa. Una versione dei fatti che non convince gli inquirenti, che si mettono sulle tracce di Antonio Logli. Roberta cadde dalle scale la notte della scomparsa, pare dopo aver scoperto che il marito avesse un amante, la baby sitter dei suoi figli. Sulle tracce di Roberta Ragusa una sensitiva, che si mette in contatto con la scomparsa. Anche le amiche della donna sono sulle sue tracce, e hanno creato una pagina Facebook per non dimenticare il suo caso.

Mistero racconta la storia di Meredith Kercher, la studentessa trovata morta nel 2007  a Perugia. Il caso è ben noto alla cronaca italiana e internazionale, visto il coinvolgimento di un'altra studentessa straniera, Amanda Knox. Le indagini e i processi sono durati a lungo, ma dopo la prima assoluzione di Amanda e Raffaele Sollecito il caso è stato riaperto e i due subiranno un nuovo processo. La storia di Meredith è ancora irrisolta, staremo a vedere se prima o poi verrà individuato il colpevole della sua morte.

Sulle traccia di Moana Pozzi, morta il 15 settembre 1994, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali. Ma la morte dell'attrice a luci rosse è legata a un vero e proprio mistero, troppe incongruenze sulla sua scomparsa. Pare che la donna sia stata coinvolta in affari legati ai servizi segreti. A intervenire sulla vicenda anche Eva Henger e l'assistente di Riccardo Schicchi, entrambe molto vicine all'attrice prima della morte. Pare che Moana non sia morta quel giorno dichiarato ufficialmente, ma che nonostante la sua malattia si fosse aggravata nell'ultimo periodo la sua morte sarebbe parte di un disegno mai svelato dei servizi segreti.

Adam Kadmon - I Misteri Ultraterreni: gli alieni e i cerchi nel grano
Adam Kadmon - I Misteri Ultraterreni: gli alieni e i cerchi nel grano
Adam Levine rompe il silenzio:
Adam Levine rompe il silenzio: "Non ho tradito mia moglie, ma ho oltrepassato il limite lo ammetto"
Daniele Bossari:
Daniele Bossari: "Mistero è la mia passione, ma torno alla radio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni