In fatto di revival televisivi l'America sembra davvero averci preso gusto. Tra serie tv che hanno arricchito i pomeriggi di generazioni di adolescenti, come Berverly Hills 90210 e programmi che si affacciavano all'amato mondo dei reality, ecco arrivare oggi 24 giugno, in prima mondiale, il reboot di The Hills.

Il ritorno di The Hills

The Hills: New Beginnings, questo il nome della rielaborazione della serie, è il sequel della serie televisiva The Hills un prodotto a metà tra la fiction e il reality show andato in onda dal 2006 al 2010 su MTV, a sua volta spin-off di Laguna Beach. La protagonista principale di cinque delle sei stagioni di The Hills, infatti, è uno dei personaggi di Laguna Beach, Lauren Conrad a cui è affidato il compito di narratrice finché non abbandonerà la serie. L' obiettivo del programma era quello di mostrare la vita di alcuni giovani, perlopiù ricchi, della contea di Orange Country, in California. New Beginnings andrà in onda da settembre con 12 episodi, quello che verrà trasmesso in diretta mondiale da MTV, nella serata di oggi 24 giugno, è il pilot della serie. Il reboot vede tra i protagonisti non solo i vecchi volti a cui tanti fan si erano affezionati, ma anche dei personaggi nuovi tra cui spicca il nome di Mischa Barton.

Da Marissa Cooper a protagonista di The Hills

La Marissa di The OC, la serie televisiva più amata dagli adolescenti, in onda su Italia Uno dal 2003 al 2007,  è entrata a far parte del cast, come annunciato da lei stessa ad ottobre. L'attrice era stata spesso al centro delle cronache mondane per aver condotto una vita piuttosto dissoluta, dedita ad alcol, droghe, tra cui può annoverare anche un arresto e la permanenza in un centro di riabilitazione. Insomma, in questi anni lontano dagli schermi, seguita dall'ombra della giovane Marissa Cooper, Mischa Barton si era lasciata trascinare dal successo, ma quella di The Hills: New Beginnings si è rivelata un'occasione per riacquisire un po' di sana visibilità, come lei stessa afferma sulle pagine di Vanity Fair, dove commenta anche la partecipazione al reboot:

È un nuovo capitolo per me, per la mia vita. Oggi siamo tutti più grandi, alcuni di noi hanno figli… E poi per me ha significato anche tornare a Los Angeles, dopo tanti anni trascorsi a New York. È stata una nuova esperienza per me. Sono arrivata e ho dovuto fare un corso rapido di aggiornamento. Nel cast c’erano persone che conoscevo molto bene, altre no. Di sicuro per certi versi è stato strano, ma anche emozionante. È bello provare a fare qualcosa di così diverso.

Ovviamente la sua presenza all'interno di un cast già consolidato è stata motivata con un ruolo ben specifico, diverso da quelli che già occupavano la serie tv e l'attrice non esita a descrivere la sua figura all'interno del reboot, oltre a commentare in tema di revival, un ipotetico ritorno di The O.C, che ammette non le dispiacerebbe:

Sarò una sorta di “voce della coscienza” per gli altri ragazzi del gruppo. E almeno all’inizio avrò un fidanzato, ma non posso dire molto. Ci vorrà un po’ per abituarsi, ma anche se non sarà immediato mi accetteranno. Ci stiamo lavorando. Beh tra i tanti reboot mi piacerebbe moltissimo rivedere The O.C! È stato uno show divertente e ci sono persone che gli sono rimaste talmente legate e affezionate che lo riguardano ancora oggi di continuo. The O.C. teneva unite amiche, madri e figlie, colleghi del college. E mi fa felice che molti lo ricordino con affetto ancora oggi.