4 Luglio 2012
20:30

Michele Santoro a La7: è ufficiale

Per l’ex conduttore di Annozero è arrivata finalmente la firma con la piccola rete di Telecom Italia, ora in vendita. Ritornerà su La7 con “Servizio Pubblico” già andato in onda su una multipiattaforma.
A cura di Fabio Giuffrida

La7 che scotta, è in corso una vera e propria rivoluzione, e non solo dei palinsesti televisivi. Se è vero che Michele Santoro ha fatto la storia dell'informazione in Italia, mettendosi contro l'ex Premier Silvio Berlusconi e parlando sempre senza mezzi termini, e se è vero che Santoro è stato costretto ad abbandonare la tv generalista per timore di essere censurato, adesso la musica sta cambiando. La ruota gira, dunque. Michele Santoro farà compagnia a Corrado Formigli sulla piccola rete di Telecom Italia, La7: una vera e propria staffetta, un po' alla Rai3 dove si alternano Milena Gabanelli (Report) e Riccardo Iacona (Presadiretta). Programmi come questi richiedono infatti delle pause giusto per preparare reportage corposi o meglio, esplosivi.

Santoro in autunno e Piazzapulita in primavera, sempre al giovedì sera, così sono tutti contenti, e ovviamente su La7. L'anno scorso, dopo l'annunciato avvicinamento di Santoro alla piccola rete di Telecom Italia – preannunciato dallo stesso Direttore del TgLa7 Enrico Mentana – tutto è sfumato. Tra Formigli e Santoro non c'è mai stato astio, anzi, ma concorrenza sì. Il conduttore di Piazza Pulita – che recentemente ha intervistato il Presidente del Consiglio Mario Monti senza incalzarlo – ha detto che non avrebbe mai pagato i 10 euro per sostenere Servizio Pubblico poichè il programma di Santoro (giustamente) rappresentava la loro concorrenza. Queste invece le parole di Gad Lerner, conduttore de "L'Infedele":

Posso solo augurarmi che venga. Anche l’anno scorso quando i colloqui si interruppero, pronosticai che il suo approdo naturale sarebbe stato La7. Non sono al corrente della trattativa, posso solo augurarmi che vada in porto.

Ora che il passaggio al digitale terrestre è stato ultimato, La7 non poteva più stare a guardare. E' passata direttamente ai fatti, accaparrandosi quello che, assieme a Lerner, Formigli, Parodi e Mentana, diventerà il fiore all'occhiello della rete e – diciamocelo francamente – anche uno strumento acchiappa ascolti. Resta da capire adesso solo se Santoro abbia imposto ancora una volta di portare con sè tutta la sua squadra, da Marco Travaglio al vignettista Vauro, all'inseparabile braccio destro Sandro Ruotolo alla bravissima Giulia Innocenzi. Oppure se si sia piegato alle richieste del gruppo editoriale che tanto l'ha corteggiato negli ultimi mesi. E' certo tuttavia che Santoro avrà massima libertà d'espressione anche se La7 adesso è ufficialmente in vendita, tra i soggetti interessati spiccano Discovery Channel e Gruppo L'Espresso. La prima ufficialità del passaggio di Santoro a La7 è arrivata dall'Ansa che qualche giorno fa aveva parlato di "accordo verbale", in serata invece la conferma al tg di Enrico Mentana. Michele Santoro domani potrebbe presenziare alla presentazione del palinsesto di La7. Resta da sciogliere adesso il nodo Gianluigi Nuzzi con "Gli Intoccabili": ci sarà sì o no?

Di seguito una Gallery con le foto storiche di Michele Santoro e dei suoi collaboratori più stretti.

Cristina Parodi e Michele Santoro guest star del palinsesto di La7
Cristina Parodi e Michele Santoro guest star del palinsesto di La7
Pechino Express al giovedì sera al posto di Michele Santoro
Pechino Express al giovedì sera al posto di Michele Santoro
Servizio Pubblico a La7: ecco cosa (non) cambierà
Servizio Pubblico a La7: ecco cosa (non) cambierà
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni