La televisione italiana si occupa di Sandra Milo a reti unificate, o quasi. Mentre va in onda a Verissimo l’intervista registrata dall’attrice qualche giorno fa, la figlia Debora Ergas ne smentisce il contenuto, alleggerendolo. Ospite di Silvia Toffanin, la diva ha ammesso di avere pensato al suicidio, vessata dalle confisca subite dallo stato. La giornalista, in diretta su Rai1 a ItaliaSì, rettifica mentre va in onda proprio la trasmissione concorrente. “Mia mamma ha detto quella frase in un momento di sconforto” precisa, alleggerendo il contenuto di quella drammatica confessione.

La denuncia di Sandra Milo

Il botta e risposta tra reti concorrenti si consuma sui medesimi temi e perfino nello stesso lasso di tempo. La Milo aveva registrato quell’intervista a Verissimo già qualche giorno fa. Di fronte all’umanità che la Toffanin le ha dimostrato, si era ritrovata a confessare la condizione drammatica che vive da qualche tempo: “Lo Stato mi ha chiesto 3 milioni di euro, poi, accorgendosi dell’errore è sceso a 850.000 euro, che sono comunque moltissimi soldi. Lavoro, lavoro ma non guadagno niente perché va tutto all’Agenzia delle Entrate. Mi hanno confiscato tutto. Il suicidio potrebbe essere una scossa, un modo per cambiare le cose. C’è un sacco di gente che si è suicidata per una situazione come la mia”.

Gli amici che hanno aiutato la Milo

Sandra ha ringraziato pubblicamente anche quegli amici che l’hanno aiutata nel periodo più difficile della sua vita. A farsi carico di una parte dei suoi problemi sono stati, tra gli altri, alcuni tra i personaggi più influenti nel mondo dello spettacolo: “Mi sento vittima di un’ingiustizia. Perché il mio Paese mi tratta così? Io non sono una criminale. Mi hanno aiutato molti amici, come Costanzo, ma non possono continuare a farmi della beneficenza”.