Mauro Corona ha chiesto scusa a Bianca Berlinguer in diretta a Radio Capital, nella trasmissione di Daria Bignardi "L'Intrusa": "Mi sono accorto la notte stessa di aver esagerato, di essermi espresso da maleducato, cafone e rozzo… però chiamarla subito poteva sembrare una cosa di comodo per cui ho lasciato un po' sedimentare. È stato un istinto, non trovo scuse, non era il caso di reagire in quel modo, soprattutto in televisione". 

Le parole di Mauro Corona

"Contro me stesso sono il giudice più spietato". Spiega Mauro Corona dopo le polemiche suscitate dal suo comportamento, che nei giorni scorsi ha dato della "gallina" a Bianca Berlinguer: "Chiedo scusa non per paura di ritorsioni da parte della Rai, ma perché la mia coscienza mi ha detto: sei un cretino e un maleducato". 

Chiedo scusa alle persone che hanno sentito e soprattutto a Bianca Berlinguer non perché ho paura di ritorsioni, ma perché la mia coscienza mi ha detto: sei un cretino e un maleducato. Non è stata una reazione sessista, io ho tre figlie…in tutti i miei libri la donna ne esce con dignità e onore, figuriamoci se nelle mie intenzioni volevo offendere le donne. Comunque se si sono sentite offese chiedo scusa a tutte quante. Non ci sono giustificazioni ma sono abbastanza nervoso, l’hanno detto anche i miei figli, i miei amici.

Il problema con l'alcool

Mauro Corona rivela di essere abbastanza nervoso in questo periodo "perché da 40 giorni non tocco una goccia d'alcool e, dopo anni e anni e di bevute, ho degli scompensi. Mi accorgo di essere abbastanza aggressivo e intollerante". E ancora: "Chiedo scusa ma non per comodo, tengo il coltello dalla parte della lama e non del manico. Se io tornerò in televisione, lo farò pensando bene a quello. Era un giochetto per me andare in tv, invece ci sono responsabilità. Pian pianino, impararò. Ma non è facile per chi è uscito dal pantano della vita come me. Ho fatto una roba da bar, e non va bene. Ma non posso genuflettermi, perché non è credibile. Troverò una via di mezzo se dovrò stare ancora lì".