Qualche mese fa, dopo il grande successo della seconda stagione, Carlo degli Esposti annunciava da produttore l'imminente realizzazione della terza stagione, dopo l'epilogo commovente dell'ultima conclusasi pochi mesi fa. Lo faceva però, precisando una cosa essenziale: "La terza stagione di Braccialetti rossi si farà. L’ha deciso il pubblico con tutto l’affetto che ci ha dimostrato. Il filo conduttore rimarrà lo stesso: insieme si può vincere. Quest’anno due dei nostri protagonisti, Carmine (Leo) e Brando (Vale), devono sostenere l’esame di maturità. Appena finiranno le prove orali partiremo per la Puglia e gireremo tutta l’estate. Con i ragazzi c’è un patto: si devono impegnare anche con lo studio. I loro ottimi voti sono la mia soddisfazione".

Sì, perché questo è l'anno della maturità per Carmine Buschini e Brando Pacitto, 18enni e ad uno dei momenti più importanti e memorabili della loro vita. Oggi sono iniziate le prove scritte degli esami di quest'anno (incentrate su Calvino, Malala e la Resistenza le tracce) ed anche loro, come altri ragazzi della tv, oramai celebri, dovranno misurarsicon lo scoglio arduo. Oltre a loro c'è Irene Casagrande protagonista di Una Grande Famiglia, ma anche della serie 1992, in cui interpreta la figlia di Accorsi. Ha rivelato di non avere troppe ansie ed essere convinta dei propri mezzi: "Non ho grandissima ansia. Ho bei voti. So di essermi impegnata in tutte le materie e di avere dato il massimo. Sono sempre riuscita a conciliare gli impegni di lavoro con quelli scolastici". Oltre a lei un altro volto noto del piccolo schermo nostrano, direttamente da Un Posto al Sole, la soap che da tanti anni appassiona il pubblico di Rai 3, ovvero Giorgia Gianetiempo, che in realtà ha parlato di difficoltà a conciliare studio e lavoro:

Durante l'anno ho avuto difficoltà a conciliare lo studio con gli orari di registrazione. I professori sono stati molto comprensivi e io mi sono molto impegnata. A volte mi facevo interrogare anche se non ero molto preparata. Ho una media del 6 e mezzo e non posso avere grandi pretese. Il mio motto e quello di molti miei compagni di classe è: 60 e sto!