Uno stile che non va mai in pensione per Massimo Ciavarro. A Oggi è un altro giorno, la trasmissione di Rai1 condotta da Serena Bortone, l'attore si è presentato in look british con tanto di occhiali da sole rotondi e lenti colorate. Dulcis in fundo, per lui una pettinatura tra il Mod e la Beat Generation per l'uomo che ha fatto sognare le donne di tre generazioni.

Le parole di Massimo Ciavarro

Un'intervista che tocca tutti i punti della carriera dell'attore, anche la vita privata, come nello stile della trasmissione condotta da Serena Bortone. Si parte proprio dagli esordi:

Avevo 13 anni, c’era un signore che voleva farmi delle foto. Sei-sette mesi dopo ha chiamato a casa mia per propormi un ruolo da protagonista in un fotoromanzo. Mio padre era appena mancato, mia madre ha detto “perché no” anche per la situazione economica un po’ particolare.

La morte del padre

Una situazione economica particolare dettata dal fatto che la madre era rimasta sola e lui è stato costretto a crescere, dare una mano, se non proprio ‘badare alla famiglia':

Mia madre ha delegato tutto quanto a me quando è morto mio padre, ma era chiaro che era lei a comandare e ad indirizzare la famiglia. Io ero proprio piccolo, c’erano attività commerciali da mandare avanti e c’erano tante cose da fare. L'adolescenza? Non so esattamente cosa sia questa adolescenza non avendola conosciuta. Mio padre è stato male per tanti anni prima di mancare, l’atmosfera e la tensione in casa è sempre stata forte. Il ricordo di tutto ciò è comunque meraviglioso. Non è una ferita, per quello che sono riuscito a fare nella vita e per la tipologia di persona che sono, se non fosse accaduto questo nella mia vita, sarei un’altra persona. Se sono quello che sono, lo devo a cosa è successo in quegli anni.

Il rapporto con Eleonora Giorgi

Non si può parlare di Massimo Ciavarro senza menzionare la compagna di una vita, fuori e dentro il set: Eleonora Giorgi. La coppia ha divorziato dopo dodici anni di matrimonio, anni che sono stati conditi dalla nascita di Paolo Ciavarro, nel 1991. Come è noto, nonostante la separazione la coppia è in ottimi rapporti.

Avevo visto i suoi film, le foto e non ti dico che ne ero innamorato, ma mi piaceva un botto.  Mi colpirono le parole di Eleonora sul set: non ti assicuro niente, non so che succederà in questa scena. Io ero tremante. Poi mi dissi: ma che te frega, divertiti, ridi. La famosa frase che tutti conoscono, poi, che la vita è pizza fredda, birra calda. Corrisponde alla mia visione della vita, purtroppo è così. Sono scorpione, che quasi sempre il bicchiere lo vede mezzo vuoto. Però è stata una storia meravigliosa quella con Eleonora.

Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi si trasferirono in campagna, per allontanarsi dalla scena romana e dai paparazzi. Eleonora Giorgi veniva da un matrimonio finito con Angelo Rizzoli e loro erano la coppia più paparazzata, in quel tempo: "Decidemmo di mandare avanti la famiglia in questo modo". 

Perché Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi si sono lasciati

Prima di passare alla seconda parte dell'intervista, quella dello specchio, Massimo Ciavarro rivela perché si è lasciato con Eleonora Giorgi.

È stata Eleonora. Dall'oggi al domani ha deciso che nel rapporto non ha trovato più quello che doveva esserci. Lo dico, senza dubbio io sono un uomo abbastanza freddo che non tira fuori nulla con le parole, con i gesti, ma più con le azioni. Lavoravo per lei, le mettevo in pratica e pensavo che potesse bastare. Ma non è così nella realtà. Io sono timido e sono orso, è stata colpa mia.