Maria De Filippi ha parlato del Covid, delle sue preoccupazioni di questo periodo, ma anche del festival di Sanremo, nella lunga chiacchierata radiofonica con Massimo Giletti a RTL 102.5. La conduttrice è stata ospite del collega nella diretta mattutina in radio, discutendo dell'attuale situazione sanitaria e dei riflessi che la pandemia ha avuto anche sul suo equilibrio emotivo, oltre che sul lavoro dal punto di vista organizzativo, a un anno dall'esplosione del caos: "Questo anno di Covid io l’ho vissuto male – ha detto De Filippi – con tanta paura all’inizio. Dal punto di vista professionale è stato realmente un macello, ma rispetto ad altri che hanno avuto vere difficoltà, sinceramente il settore televisivo è stato molto più fortunato, solo con un po’ più di fatica, ma forse il settore che ne ha risentito meno".

Non si è parlato solo di coronavirus, ma anche e soprattutto di televisione, con un'attenzione particolare al Festival di Sanremo, con una 71esima alle porte che obbligherà Amadeus e Fiorello a realizzare uno spettacolo del tutto anomalo, senza pubblico in sala. Ma a proposito di questo aspetto, e delle polemiche che ne sono derivate, Maria De Filippi avanza qualche dubbio, essendo stata proprio lei una delle prime a riportare pubblico in studio dopo il lockdown, nel totale rispetto delle regole: "Dal punto di vista dello spettacolo fare il Festival col pubblico non si capisce perché no, è incomprensibile. Non mi sembra che in Rai non siano in onda trasmissioni col pubblico". 

Tra i 26 Big di Sanremo ci sarà anche una sua pupilla, Gaia, che ha vinto Amici lo scorso anno e che si prepara a calcare il palco dell'Ariston. Indicata come una delle favorite, Maria De Filippi l'ha tranquillizzata a distanza, riducendo il carico di aspettative: "non penso che vada a Sanremo con lo spirito di piazzarsi chissà dove, ma con la voglia di cantare, perché a differenza di altri che hanno vinto il programma, non ha potuto fare nessun concerto, nessun live o instore”.