25 Febbraio 2011
10:34

Marco Travaglio ad Annozero critica la Riforma Costituzionale di Berlusconi, video

Marco Travaglio parla di una ipotetica Riforma Costituzionale di Berlusconi lasciando intendere che non ci sono presupposti democratici ma dittatoriali.
travaglio 24 febbraio

La puntata di Annozero del 24 febbraio 2011 si è occupata molto della crisi libica e infatti nella sua introduzione Santoro ha mandato in onda il discorso di Gheddafi alla nazione in cui incita il popolo ad opporsi ai ribelli.

Ma il monologo di Travaglio, uno dei momenti più attesi della trasmissione, partendo proprio dalla crisi libica e dai rapporti tra Berlusconi e  i leader nord africani che attualmente hanno problemi di democrazia nei rispettivi paesi, ha voluto parlare delle riforme costituzionali di Berlusconi per dimostrare che di democrazia, forse, ce ne è bisogno anche in Italia.

Travaglio parte subito dicendo che Berlusconi ha voltato le spalle ai suoi amici Mubarak, Ben Alì e Gheddafi e anzi ha esaltato la voglia di democrazia del Nord Africa. Anzi Berlusconi vuole portare anche in Italia la democrazia grazie alla sua Riforma Costituzionale.

E così Travaglio esamina ironicamente la bozza della riforma prevista da Berlusconi. All'articolo 1 che riguarda il Parlamento dice che esso "Non dovrà più fare le leggi ma approvare i disegni di legge del Governo e convertire i decreti legge e anche un po' prestino perché non c'è tempo da perdere; l'ideale sarebbe far votare solo i capigruppo, così si fa prima; se poi qualche deputato se ne va lui ne recupera tanti quanti ne bastano, se il Presidente della Camera non va più d'accordo con lui, si deve dimettere perché i capi del Parlamento li sceglie il Governo". Insomma molto democratico.

L'ipotetico articolo 2 riguarda la Corte Costituzionale che non deve più boccare le leggi incostituzionali.

All'articolo 3 si parla del Codice penale e ritorna il tema dell'Immunità Parlamentare, "così ad esempio si evita lo scandalo di un premier imputato per prostituzione minorile o di un deputato suo fedelissimo, Berruti, condannato proprio oggi in Appello a due anni e dieci mesi per riciclaggio".

L'articolo 4 si occupa delle Forze dell'ordine che devono occuparsi di arrestare "i poveracci che rubano poco se invece si occupano di colletti bianchi, tipo Genchi per esempio, vengono puniti, cacciati, destituiti dalla Polizia". Non manca un riferimento al caso Ruby Rubacuori nel monologo di Travaglio che infatti dice: "Altra avvertenza: se la Polizia arresta un'immigrata senza documenti e pure ladra, c'è il pericolo che sia amica di qualcuno e allora meglio non rischiare: le questure dovranno chiamare il Premier senza aspettare che lo faccia lui per sapere se l'arrestata per caso è amica sua o magari nipote di un capo di stato straniero, in tal caso va rilasciata senza tante domande: è l'immunità extralarge che copre non soltanto i parlamentari ma chiunque venga sfiorato da uno di essi… una specie di immunità contagiosa".

Poi velocemente si occupa della separazione delle carriere per i Magistrari all'articolo 5, della privacy per i più ricchi all'articolo 6, delle intercettazioni all'articolo 7 e in questo caso "quelle illegali sui nemici del Premier vanno bene". L'articolo 8 è dedicato alle Autohority che devono essere gestite dal premier che ne garantisce l'indipendenza.

Della Rai se ne parla nell'articolo 9: "E' Servizio Pubblico cioè del Governo, che nomina i Direttori Generali, i Direttori dei Tg, i Direttori delle Reti ed ora vuole scegliere pure il pubblico in studio".

L'articolo 10 si occupa dei giornali che "sono liberissimi di parlare bene del Governo; se ne parlano male o insistono a parlare di crisi o cose pessimistiche, bisogna che gli si levi la pubblicità così, o chiudono o diventano come il Tg1 che di cose brutte non ne parla quasi mai".

Ultimo articolo riguarda la Piazza: "Quando in piazza va il presidente del Consiglio, questa è la prova che il popolo è con lui, se invece ci vanno i suoi oppositori o magari le donne, “è una vergogna, una manifestazione faziosa”".

Travaglio conclude il suo monologo ad Annozero amaramente dicendo "purtroppo, una Costituzione così democratica non era venuta in mente nemmeno a Ben Alì, Mubarak o Gheddafi altrimenti sarebbero ancora al loro posto invece sono caduti… loro".

https://www.youtube.com/watch?v=hjUQp8nFoS8
Marco Travaglio analizza il caso Ruby Rubacuori ad Annozero: il video
Marco Travaglio analizza il caso Ruby Rubacuori ad Annozero: il video
Marco Travaglio ad Annozero: Finmeccanica e i complotti politici, video
Marco Travaglio ad Annozero: Finmeccanica e i complotti politici, video
Travaglio vs Belpietro ad Annozero: è scontro sul processo Mills, video
Travaglio vs Belpietro ad Annozero: è scontro sul processo Mills, video
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni