Il mitico "Saluta Andonio", al secolo Marco Morrone, è stato ospite della puntata del 29 gennaio 2020 a "Pomeriggio Cinque". Barbara D'Urso ha dato spazio a uno dei fenomeni nazionalpopolari più dirompenti degli anni 2010. Marco Morrone, da ragazzino bullizzato a star del web: la sua parabola verso quel successo "instant" tipico delle stelle della rete sta andando affievolendosi. Un ragazzo che ha combattuto giorno dopo giorno con i bulli della scuola, poi il successo improvviso e dilagante gli ha completamente cambiato la vita. Persino i personaggi più famosi lo hanno coinvolto in numerose iniziative. C'è stato anche un episodio violento che lo ha indotto a lasciare per un po' il personaggio: "Una volta un gruppo di ragazzi si è avvicinato tirandomi tre pugni in faccia, non volevo più fare quel personaggio e farmi sfottere tra gli altri". 

Marco Morrone è pronto a lavorare

Ora Marco Morrone è cresciuto, è diventato maggiorenne e si è inabissato per un po', fino a quando un video di pochi giorni fa ha realizzato più di un milione di visualizzazioni. Segno che il suo pubblico non lo ha mai dimenticato. Stuzzicato dalle osservazioni di Karina Cascella, che gli ha fatto notare come questa popolarità possa scemare da un momento all'altro, "Saluta Andonio" si è fatto trovare pronto:

Ne sono consapevole, mi sono già attrezzato perché ho sempre lavorato nella mia vita.

Saluta Andonio è anche un videoclip

Il tormentone "Saluta Andonio", nato per caso con un video pubblicato da YouTube dallo stesso Marco mentre era in auto con suo padre, è diventato anche un videoclip. Nel 2017, Marco Morrone ha realizzato una canzone umoristica impreziosita dalla presenza di Francesco Facchinetti in apertura: "Da nord al sud, ormai sono virale. Saluta Andonio è il nuovo inno nazionale", diceva la canzone.