Nel corso degli ultimi mesi, Caterina Balivo ha più volte difeso Marco Carta, finito a processo con l’accusa di avere rubato 6 t-shirt del valore di 1200 euro alla Rinascente di Milano. La conduttrice ne aveva parlato su Instagram, rifacendosi al modo in cui la notizia ha leso l’immagine di Marco che, oltre a dover affrontare un processo, è stato spesso oggetto di scherno sui social. La notizia dell’assoluzione è arrivata nel corso dell’ultima diretta di Vieni da me. Letta dall’influencer Lorenzo Farina, ha incassato l’immediato commento della conduttrice che ha ribadito la sua assoluta fiducia nei confronti dell’artista sardo: “Ho sempre creduto in te”. Già qualche istante prima, Caterina si era rifatta alla vicenda che ha visto coinvolto Carta. Durante l’intervista a Michele Cucuzza, protagonista dello spazio delle domande al buio, sul maxischermo alle spalle dei due era apparsa la seguente domanda: “Hai mai rubato?”. Curiosa, Caterina si era rivolta divertita ai suoi autori: “Ma perché questa domanda? Perché oggi c’è il processo di Marco Carta?”.

Il post della Balivo a difesa di Marco Carta

Dopo la puntata, Caterina ha scritto a Marco Carta su Instagram. I due si erano conosciuti durante l’intervista a Vieni da me del maggio 2019 e, in quest’occasione, la conduttrice ha voluto dimostrargli pubblicamente il suo sostegno in un commento postato sotto la foto scelta dal cantante per rendere nota l’assoluzione:

Caro Marco io sono indignata da stamattina. Perché gli errori, gli sbagli si devono pagare, ma nessuno si deve permettere di deridere o di giudicare, così come ho sottolineato nel mio ultimo post. Ti vogliamo bene.

Marco Carta assolto per non avere commesso il fatto

La notizia dell’assoluzione di Marco Carta è arrivata nel pomeriggio del 31 ottobre. Il cantante è stato assolto dall’accusa di furto per “non avere commesso il fatto”. Appresa la notizia, Marco ha voluto commentarla sui social, quello spazio virtuale che negli ultimi mesi ha veicolato la stragrande maggioranza degli attacchi che gli sono piovuti addosso:

Non ho mai smesso di credere. È come se oggi mi svegliassi da un brutto sogno. Perché è questo che rimane, solo un brutto ricordo in via d’estinzione. Ringrazio tutte le persone che non hanno mai creduto neanche per un secondo alle cattiverie dette gratuitamente. Grazie alla mia famiglia, ai miei amici, quelli veri. Grazie Sirio, amore mio. Adesso posso riprendere ancora più forte la mia musica e le mie giornate, ora posso tornare a sorridere. Grazie al mio World Paper. Grazie dal profondo del mio cuore ai miei avv. Simone Giordano Ciró é Massimiliano Annetta.