Mara Venier ha ricordato Ezio Bosso nel corso della puntata di Domenica in trasmessa il 17 maggio. Il musicista è morto a causa del degenerare delle patologie che lo affliggevano da anni. La conduttrice ha confidato agli spettatori il suo dispiacere per la perdita di un artista di così enorme talento. Inoltre, ha svelato ciò che ha appreso Stefano Coletta, direttore di Rai1.

Ezio Bosso, il ricordo di Mara Venier a Domenica In

Mara Venier ha spiegato di aver conosciuto Ezio Bosso grazie al Festival di Sanremo condotto da Carlo Conti. Quando lo ha visto sul palco dell'Ariston è rimasta colpita da lui: "Mi ha comunicato così tanta energia, voglia di vivere.  Come si fa a non amarlo, è una persona che trasmette la vita". Quindi ha svelato ciò che una persona vicina al musicista, avrebbe confidato al direttore di Rai1 Stefano Coletta:

"Stefano Coletta ha parlato con la moglie (è probabile che la conduttrice si riferisca alla ex compagna di Ezio Bosso, Anna Maria) e ha detto al direttore di Rai1, che probabilmente questa quarantena, questo periodo così lacerante, ha colpito moltissimo Ezio Bosso, che probabilmente lontano dalla sua musica, lontano da quella che per lui era la vita…è stato fatale".

Luca Bianchini e la confidenza di Ezio Bosso

Luca Bianchini conosceva bene Ezio Bosso, ma sostiene di averlo conosciuto ancora meglio dopo la malattia. Il musicista ha affrontato la sofferenza a testa alta, aggrappandosi alla sua musica e lasciando che l'arte guidasse i suoi giorni e gli desse sollievo:

"L'ho conosciuto veramente da quando è arrivata la malattia. Da quando si è ammalato, ha dato il meglio di sé, ha tirato fuori tutta la sua vitalità. […] L'unica volta in cui lui ha accennato alla malattia, mi ha detto questa cosa: finché riuscirò a usare le mani e a suonare il piano continuerò a combattere. Nel momento in cui non riuscirò più a farlo, mi arrenderò. Lui, già da alcuni mesi, non riusciva più a suonare. Faceva solo esibizioni come direttore d'orchestra".

Carlo Conti lo ospitò al Festival di Sanremo

In collegamento con Mara Venier, anche Carlo Conti. Il conduttore è tornato con la mente a quando invitò Ezio Bosso al Festival di Sanremo, permettendo agli italiani che ancora non lo conoscevano di godere della sua musica:

"Quello che è successo sul palcoscenico è nato tutto spontaneamente per la forza e la verità di Ezio. Era talmente vero e spontaneo, che è nato naturalmente quell'incontro e quella magia che ha illuminato quel Festival. È stato uno degli incontri più importanti non solo della mia carriera, ma della mia vita. Ho incontrato un gigante non solo dal punto di vista musicale, ma un grandissimo uomo. Senza mai entrare nel dettaglio della sua malattia, con la sua leggerezza e verità assoluta rendeva tutto più facile, meraviglioso e magico".