Trascorsa quasi una settimana dall'intervista a Giulia De Lellis con la quale ha aperto la nuova stagione di Domenica In, Mara Venier vuota il sacco e dice la sua sulla influencer ed esperta di tendenze che è stata ospite del suo salotto televisivo della domenica pomeriggio. E quello che Mara Venier ha confessato in un'intervista a La Repubblica risulta essere, in un certo senso, la stessa domanda che molti tendono a porsi in merito ad uno dei personaggi che imperversano nel dibattito pubblico da anni senza una precisa collocazione:

Se ho capito chi sia Giulia De Lellis? Sa che non lo so? Ovvero, non lo sapevo, però ha scritto questo libro sulle corna, vendutissimo. Piace ai giovani, ha fatto il Grande Fratello, ha un sacco di followers. E allora dico: va bene, chiamiamo Giulia De Lellis. Adesso che l'ho intervistata ho capito chi è? Boh. Sa che mica l'ho capito? Fa l'influencer, sta con Iannone, il motociclista, che prima stava con Belen… Boh

Che in fondo è un po' il grande interrogativo che avvolge la televisione da alcuni anni a questa parte, ovvero la frequentazione del luogo televisivo di cosiddetti vip, magari spesso più vip di altri se si considerano i numeri, ma la cui caratura di very important person decade nel momento in cui ci si chiede quali siano i loro meriti.

Questo è un po' l'assioma che riguarda Giulia De Lellis, non più responsabile di altri per essere rappresentante di una schiera ben definita di persone, ma certamente più in vista di molti altri e quindi nel mirino dell'attenzione pubblica. La TV tradizionale, più di molti altri ambiti, fatica ancora a capire chi sia davvero un influencer ed è alquanto incapace ad approcciarsi ad esso senza trattarlo come un oggetto non identificato e, soprattutto, accogliendolo solo nel la speranza di convertire i numeri del suddetto influencer in cifre televisive (cosa che non accade quasi mai). Il fenomeno De Lellis è, in qualche maniera, anche figlio di questa dinamica,