video suggerito
video suggerito
Domenica In 2020/2021

Mara Venier dopo la caduta: “Mi hanno messo il tutore, due settimane senza appoggiare il piede”

Mara Venier ha aggiornato i numerosissimi fan sulle sue condizioni di salute. Ricordiamo che nelle scorse settimane, la conduttrice è caduta dalle scale riportando una frattura al piede. Su Instagram ha spiegato che dovrà portare un tutore: “Ancora due settimane senza appoggiare il piede poi si vedrà”.
A cura di Daniela Seclì
252 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Mara Venier, da brava zia degli italiani, non abbandona il timone di Domenica In nonostante l'infortunio avuto nelle scorse settimane. L'amatissima conduttrice è caduta rovinosamente dalle scale, fratturandosi il piede e battendo la testa. Nei giorni successivi alla caduta ha fatto sapere di avvertire dolori ovunque, ma nonostante il piede ingessato, il 7 giugno era regolarmente in diretta. In queste ore, ha aggiornato i fan sulle sue condizioni di salute.

Come sta Mara Venier dopo la frattura al piede

Mara Venier ha pubblicato una foto su Instagram, che la ritrae con un tutore al piede. La conduttrice ha fatto sapere che la attendono altre due settimane, nel corso delle quali non le sarà possibile appoggiare il piede a terra. Poi, a seconda di come andranno le cose, si deciderà come procedere. Le sue parole, affidate a un post pubblicato sui social, sono state: "Fase due ‘tutore', ancora due settimane senza appoggiare il piede…poi si vedrà".

Mara Venier terrà il piede ingessato per 25 giorni

In un'intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni, Mara Venier ha spiegato che dovrà tenere il gesso per 25 giorni. Ha voluto continuare a condurre il programma perché sarebbe stato "brutto finire così, senza salutare il pubblico". E dire che la chiusura di Domenica In, inizialmente era prevista per il 31 maggio:

"Terrò il gesso per 25 giorni. […] E dire che il 31 maggio doveva essere l’ultima puntata. Poi, d’accordo con il direttore di Raiuno Stefano Coletta e l’amministratore delegato Fabrizio Salini, abbiamo deciso di allungarci fino al 28 giugno. Ho parlato con il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e vorremmo andare in onda in diretta da Rimini. Sarebbe un bel segno per la ripartenza in questa estate complicata. Vediamo, a questo punto, se riusciremo a farlo".

252 CONDIVISIONI
177 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views