Dimentichiamo Russell Crowe ne "Il Gladiatore" e Samuel L. Jackson in "Pulp Fiction", stasera si recita a soggetto e Luca Ward, uno dei doppiatori più stimati del panorama italiano, presta il suo timbro al primo appuntamento con il serale di "Uomini e Donne". Dai versetti di Ezechiele alla prima serata di Canale 5, la voce calda e profonda dell'attore sarà elemento di raccordo dei vari momenti della scelta di Teresa Langella.

Il racconto di Luca Ward è giunto inatteso ed ha immediatamente suscitato grande ilarità in quel luogo multimediale con il quale meglio si sposa il commento in tempo reale di eventi televisivi: Twitter. In effetti è indubbio come l'accostamento tra il più illustre doppiatore nostrano e un programma televisivo così discusso, per quanto estremamente popolare, abbia generato un immediato effetto di straniamento nel pubblico da casa. Un'operazione che, questo è altrettanto certo, una volta metabolizzata non farà che garantire una ancor maggiore popolarità a Ward e rappresentare una ciliegina sulla torta per un prodotto televisivo che dal contrasto tra alto e basso non può che guadagnarci.

La scelta di Teresa Langella

Quello di Canale 5 è senza dubbio un evento televisivo per i tanti fan della storica trasmissione pomeridiana targata De Filippi, che per la seconda volta riesce a trovare spazio in prima serata, a riconferma del successo eterno di questo format. Ed è altrettanto vero che la vicenda della tronista napoletana Teresa Langella è riuscita nello scopo di rompere la bolla che racchiude abitualmente i fedelissimi telespettatori della trasmissione. Per i profani, Teresa Langella è arrivata alla conclusione del suo percorso a Uomini e Donne scegliendo di portare al castello Andrea e Antonio, due prototipi di uomo molto diversi tra i quali dovrà scegliere.