2.145 CONDIVISIONI
9 Novembre 2014
18:50

Lorenzo Crespi: “La malattia rimane, non c’è cura ma ci convivo bene”

Ospite di Domenica Live, Lorenzo Crespi ha raccontato la sua nuova vita nella casa famiglia. Ha spiegato che nonostante la malattia ci sia ancora, ora ci convive bene. Infine ha espresso il desiderio di avere un chiarimento con la redazione di “Ballando con le stelle” e Milly Carlucci.
A cura di D.S.
2.145 CONDIVISIONI

Lorenzo Crespi è stato ospite di Domenica Live, dove è intervenuto tramite un collegamento da Messina. L'attore, infatti, è tornato momentaneamente nella sua città natale, per via della morte di suo padre:

"Mentre mi trovavo dal comandante in casa famiglia, sono arrivati due messaggi di mamma che mi avvisavano che di notte mio padre se n'era andato, a 66 anni. Insufficienza respiratoria. Sono sceso di corsa e sono qui. Ho sbrigato gli ultimi documenti in questi giorni, non vedo l'ora di riabbracciare  i miei ragazzi, il comandante e tutti i suoi uomini. Tutti noi cerchiamo il nostro angelo, desideriamo avere un angelo che ci protegga, anche chi se la passa bene. Io invece ho sempre pensato che ognuno di noi dovrebbe essere l'angelo di chi gli sta accanto."

Barbara D'Urso, allora, gli ha chiesto che effetto gli avesse fatto tornare a Messina:

"Sono tornato da un mese, un mese e qualcosa. Mamma sta bene, spero stia bene per sempre, perché ho bisogno che lei stia bene per far bene a Roma. Io sono siciliano da sette generazioni. Sono andato via perché non ne potevo più solo di poche persone. Io ho dato molto a questa città e ho ricevuto tanto. Le persone che stavano sempre al cancello con la mano tesa, che erano tante, sono sparite. Non c'è più niente per nessuno. Tutto quello che ho appartiene ai miei ragazzi, a mia madre e al mio cane."

Ha spiegato di essere single e ha raccontato ciò che fa a Roma e come convive con la sua malattia:

"La malattia rimane, non c'è cura, non si può operare, ma ci convivo bene anche perché l'attività fisica è l'unica cosa che mi rimane. Il comandante ha detto: "Qualsiasi cosa accada, resti qui fino alla fine." Mi occupo di lavori fisici, qualsiasi cosa ci sia da fare, pulisco tutto quello che c'è da pulire a livello di erba, di prato. Ci sono tantissime attività e io sono in tutte. Nello stesso tempo sarei il primo a partire e a dare la vita per i miei ragazzi, per il mio comandante e per i suoi uomini, perché a volte si ha paura di pericoli enormi, e invece io ho sempre paura di quelli piccoli. Io non ho  paura del grande mafioso ma del piccolo mitomane, quello che si infila per creare pericolo, allora mentre lo stai pensando, io ti ho già cacciato via."

Quanto al rapporto con il denaro, invece, ha dichiarato:

"Non so che farmene dei soldi, servono solo per sopravvivere. Tu non hai idea di quello che ho guadagnato nella vita. Dal 1995 al 2007 ero uno dei tre attori più pagati di questa nazione. Ho avuto qualunque cifra io abbia chiesto ma non l'ho mai tenuta per me. È per questo che non morirò mai. Ho visto  sorridere gli altri."

Infine, ha spiegato di desiderare di avere un chiarimento con la redazione di Ballando con le stelle e Milly Carlucci:

"Desidererei andare a chiarire, stare in pace con tutti. Non voglio che un domani si dica: "Lorenzo non è tornato, si poteva chiarire, si poteva chiedere scusa". Io ancora sono qui. Sono tante le persone che vorrebbero questo chiarimento. Io penso che tutti noi nella vita facciamo una marea di errori l'importante è capirli, accettarli e rimediare. È quello che cerco di insegnare tutti i giorni ai miei ragazzi."

2.145 CONDIVISIONI
Lorenzo Crespi:
Lorenzo Crespi: "Se non tornerò a fare l'attore, non mi vedrete più in video"
Caos a Domenica Live: salta Lorenzo Crespi, lui twitta ma poi cancella
Caos a Domenica Live: salta Lorenzo Crespi, lui twitta ma poi cancella
Lorenzo Crespi attacca Lucio Presta:
Lorenzo Crespi attacca Lucio Presta: "Quando cazz* muori?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni