Ospiti della settima puntata Bradley Cooper, Littizzetto, Ventura e Rocio Munoz Morales.

Sabato 25 febbraio, alle ore 21:10, andrà in onda su Canale5 la settima puntata di ‘C'è posta per te‘. Quella di stasera, rappresenterà la prima sfida televisiva con l'edizione 2017 di ‘Ballando con le stelle'. Maria De Filippi punta su storie emozionanti che raccontano amori interrotti, genitori lontani dai figli e sorprese commoventi.

A impreziosire la settima puntata, tantissimi ospiti. L'attrice comica Luciana Littizzetto manda la posta a Simona Ventura e a Rocio Munoz Morales, per un siparietto tutto da ridere. La star hollywoodiana Bradley Cooper, invece, sarà protagonista di un regalo speciale. Insomma, emozioni e divertimento si mescoleranno in questa settima puntata del programma che detiene lo scettro del re degli ascolti del sabato sera.


Gaetano tradisce Fia poi le chiede di sposarlo, lei: “Ma sei folle, ognuno per la sua strada”

Gaetano, dopo 10 anni di relazione, è stato lasciato un mese fa dalla compagna Fia, dopo aver scoperto un tradimento. È stato smascherato, dopo aver lasciato erroneamente aperta la conversazione con Fia, che l'aveva da poco chiamato sul cellulare. Lei ha voluto troncare subito la relazione, anche perché non era il primo tradimento che scopriva. Gaetano non riesce a dimenticarla, nonostante abbia provato ad avere altre relazioni. È persino in cura da uno psicologo, per comprendere perché la tradisca nonostante la ami. Prima ancora dell'arrivo di Fia in studio, Gaetano ammette in lacrime: "Sono stato un farabutto". Fia ha accettato l'invito e Gaetano ha avuto modo di parlarle

"Ho sbagliato tantissime volte, ti ho umiliato e deriso. Oggi sono qui per mostrarti il mio cambiamento. Mi manchi da morire. Le mie giornate sono diventate tristi e buie. Mi manca il tuo sorriso, le cose che facevamo, il tuo calore, la tua voce, quando facevamo l'amore. Le cose che ho fatto con le altre donne erano insignificanti, dei capricci. Spero di poterti dimostrare che voglio essere un uomo che ti rispetta e protegge con tutta l'anima. Vorrei chiederti di sposarmi, se mi darai questa possibilità, cercherò di renderti felice".

Fia replica

"Quello che ha detto, l'ho sentito tantissime altre volte. È un copione. Faccio fatica a credere in un cambiamento. Non ha sbagliato solo 3 volte, ma tantissime altre volte. Ogni anno c'è una sorpresa. La fiducia piano piano si è spenta. A un certo punto dici basta, ha preso in giro me e i miei amici. Ha fatto delle follie, striscioni, fiori e io da donna innamorata ho sempre ceduto".

Fia a Gaetano: "Mi chiedi un miracolo? Non sono Madre Teresa di Calcutta"

Maria De Filippi legge dei messaggi dell'altra donna, che dimostrano che Gaetano non è più tornato da lei, nonostante l'altra insistesse, dicendogli: "Sei ancora nei miei sogni, non so perché continuo a cercarti nonostante tutto ciò che è successo. Bloccami, così mi renderai le cose più facili" e Gaetano l'ha bloccata. Fia non è colpita: "Se va dallo psicologo deve farlo per se stesso, non per me. Gaetano, tu non capisci che hai un problema serio. Pensavi che portandomi qua mi illuminassi". Lui le chiede "un miracolo" e lei replica

"Guarda che io non sono Madre Teresa di Calcutta. […] I sentimenti non si vanno a fare benedire dall'oggi al domani, ma se voglio che una persona mi rispetti, mi devo rispettare io per prima. Non ho bisogno di un uomo che diventa debole appena una gatta morta gli balla davanti. Ora dice di volermi sposare, ma sei folle! Voglio fare una vita serena, non posso pensare che l'uomo che amo, appena giro l'angolo, mi pugnala alle spalle. Ragiono con la testa, il cuore l'ho messo a riposo. Si va avanti ognuno per la sua strada. Maria basta, non lo voglio sentire più. Non aspetto che lui cambi, cambio strada".

Fia chiude la busta mentre Gaetano continua a dire di voler fare un percorso.

Gli internauti non si fidano di Gaetano: "Lascia in pace Fia"

Gli spettatori che stanno commentando in Rete la settima puntata di ‘C'è posta per te' sembrano non credere alle lacrime e alle parole di Gaetano


Bradley Cooper: “Perdere mio padre è stato traumatico, nulla è più come prima”

Bradley Cooper: “Perdere mio padre è stato traumatico, nulla è più come prima”

Entra in studio Bradley Cooper. Maria De Filippi gli chiede: "È vero che all'inizio della tua carriera facevi fatica a trovare lavoro perché ritenuto poco appetibile per le donne?". L'attore ha replicato

"Ho fatto provini per ogni tipo di parte, ero arrivato a pensare che il mio lavoro consistesse nel fare provini. Ho fatto un provino e il responso fu ancora più crudele di quello che hai detto tu".

Il pubblico applaude quando Cooper dice di non essere sposato. L'attore porta, però, la fede del padre, che sogna spesso: "Dopo che è mancato, è cambiato tutto, averlo avuto è stato un grande dono. Ora niente è come prima. No non c'è un'età in cui si smette di essere figli, la famiglia è tutto. Quando è mancato mio padre, per me e mia madre è stato traumatico. Lei è venuta a vivere con me perché era la cosa più naturale da fare, forse per le nostre origini italiane, la famiglia è tutto". Si entra nel vivo della storia ed entra Alessandro. Vuole fare una sorpresa a Claudia, la ragazza che per 10 anni è stata fidanzata con suo fratello. I due dovevano sposarsi ma il giovane è morto a soli 26 anni, per via di una brutta malattia. Ora Claudia, è la sorella che Alessandro non ha mai avuto. Il film preferito dalla coppia era ‘Una notte da leoni'. A Claudia piaceva molto Bradley Cooper.

Alessandro fa una sorpresa alla fidanzata del fratello scomparso: "Vi siete dati amore fino all'ultimo"

Claudia arriva in studio e Maria De Filippi le legge uno stralcio del ‘Piccolo principe'. Poi vede Alessandro che le dice

"Il fiore simboleggia Francesco, perché tu di questo fiore ti sei preso cura anche nella malattia, a lui è stata staccata la spina della vita e a te ne è stata messa una nel cuore. Sono qui per dirti che ti voglio bene, non ti lascerò mai e mi prenderò cura di te".

Maria De Filippi e una bambina leggono altri stralci del libro di Antoine de Saint-Exupéry. Claudia si è presa cura del fratello di Alessandro sin dalla scoperta della malattia

"Tre anni di cure dentro e fuori dall'ospedale. Lui aspettava ansioso che venissi a trovarlo. Non hai mai detto che eri stanca o ‘è meglio che lo lasci'. Il vostro amore non ha nulla a che vedere con l'amore dei comuni mortali. Tu eri sua, lui era tuo. Il mondo era tutto lì, nel perimetro dei vostri occhi. Fino all'ultimo vi siete dati amore e comprensione. Voi, sempre e per sempre. Sono passati pochi mesi e lo ami come se fosse ancora qui".

Bradley Cooper: "Grazie alla vostra storia ho combattuto la tristezza e la rabbia di aver perso mio padre"

Viene annunciata una sorpresa per Claudia. Bradley Cooper scende la scalinata. La giovane esclama sorpresa: "Oh Dio". Ecco le dichiarazioni dell'attore

"Voglio ringraziarti per quello che sei. Nell'ascoltare la tua storia, ho pensato che abbiamo davvero bisogno l'uno dell'altro. Sarebbe bene per ognuno di noi, prendere una pagina del vostro libro. Farebbe bene a tutti, pensare a come avete vissuto tu e Francesco. Ieri ero triste e arrabbiato al pensiero che mio padre non ci fosse, era il quinto anniversario della sua morte. È morto di tumore. Devo ringraziarvi, perché venendo qui ho ricordato la grande gioia che ho provato standogli accanto. Grazie a te. Ti regalo un orologio, che simboleggia l'importanza del tempo che trascorriamo con le persone che amiamo. Ogni secondo conta. Poi qui c'è una penna per fare tatuaggi temporanei, se sei d'accordo vorrei disegnarti il simbolo che la cultura cinese usa per rappresentare l'unità. Se vuoi puoi fare la stessa cosa sul mio braccio".

Claudia accetta. Infine, l'attore tira fuori una Polaroid e chiede a Maria De Filippi di scattare loro una foto mentre fanno una faccia buffa. La presentatrice ironizza: "Ho una carriera come fotografa". La busta si apre e Claudia e Alessandro si abbracciano.


Lillo vuole far pace con la figlia Lucrezia, lei chiude la busta: “Cerco serenità dopo la morte della mamma”

Lillo si rivolge a ‘C'è posta per te' per recuperare il rapporto con la figlia Lucrezia. La ragazza non vuole più avere nulla a che fare con lui, dopo che ha lasciato la casa dove viveva con lei e l'ex moglie, perché innamorato di un'altra donna.  La madre di Lucrezia un anno dopo muore e così, la figlia di Lillo colpevolizza il padre che l'ha portata a lasciarsi andare. Quando Lillo si reca alla camera mortuaria viene aggredito dagli ex cognati che lo invitano ad andarsene. Anche Lucrezia lo invita ad allontanarsi. Lucrezia ha accettato l'invito ed entra in studio. Lillo le dice

"Mi manchi, non so niente di te, non so che fare, dove sei. Mi sono perso le ultime tappe della tua vita, il matrimonio, la laurea. Mi hai profondamente ferito quando sono venuto in ospedale. Tua madre era una grande donna, io l'ho amata e la seguivo ovunque lei andasse. Io sono sempre tuo padre, sei l'unica figlia che ho. Ti voglio bene e spero che stasera toglierai questa busta perché mi manchi tantissimo e io ci soffro".

Lucrezia: "Io sono stata vicino a mia madre quando era malata"

Lucrezia ha replicato

"Aveva già una relazione quando ero una bambina, quando ho scoperto questa storia anche mia madre era pronta a perdonarlo. Io sono andata dall'altra donna e lei mi ha detto che la mia visita era inopportuna perché parlare davanti ai suoi figli di questa storia non le sembrava una cosa positiva. Era sposata con tre bambini. Il fatto che lui volesse l'affetto di quegli altri bambini non lo dimenticherò mai, a lui non mancava il bene di una figlia. Dovevo sorridere tutti i giorni per far sorridere mia madre. Ha iscritto il piccolo, nella scuola in cui lavoravo. Vedere lui che accompagna questo bimbo…"

Poi piange e tra le lacrime aggiunge

"Noi siamo andati in tribunale e mia madre diceva ‘Dopo portiamo papà a comprare l'abito per il matrimonio' pensa tu, ma io non volevo. Lillo diceva sempre di odiare i suoi genitori, mia madre lo incoraggiava a recuperare il rapporto e lui non voleva. Si lascia con mia madre e fa pace con loro e gli presenta la compagna. Dopo il mio matrimonio, lui ha mandato un messaggio a mia madre e ha detto ‘Hai ottenuto ciò che volevi'. Te ne sei andato, ma solo io so quello che c'è stato. Lo so solo io, che sono rimasta accanto a mia madre non lasciandola mai sola".

Lucrezia: "La mamma è morta nel giorno della mia laurea"

Infine ha concluso: "Mia madre è morta nel giorno della mia laurea. Mi chiama l'ospedale e mi dice di scappare subito. Non l'ho potuta più abbracciare, il giorno prima mi diceva ‘Sorridi quel giorno e parla come se io ci fossi'. Ho dedicato la tesi a lei. Non può immaginare ciò che abbiamo passato. Mia madre si è lasciata morire, non volendo più combattere. Papà non ha voluto vedere mia madre quando poteva rispondere e non gliel'ho fatta vedere quando non poteva rispondere più, per rispetto di lei. Lei però mi ha sempre detto che posso fare ciò che mi sento di fare. Io non ho rabbia contro di lui, ma voglio cercare la mia serenità da sola. Nessuno può colmare i vuoti che io ho. Mia madre ha cambiato mondo, io cerco la mia strada cercando un senso a ciò che faccio e lui cerca la sua". Lucrezia chiude la busta.


Cristian in lacrime cerca la madre che l’ha abbandonato, lei: “Non voglio avere niente a che fare con te”

Cristian ha 21 anni è un geometra e si è rivolto a ‘C'è posta per te' per ritrovare la madre Nunzia che quattro anni fa ha abbandonato lui e la sorella di tre anni più piccola, con un sms. Quando aveva 10 anni, Cristian ha perso anche il padre, che se n'era andato e non aveva mai passato il mantenimento. Così, la loro situazione economica non era delle migliori. La madre faceva la badante e prima di abbandonarli, spesso non c'era perché si fermava a dormire dalle persone anziane che accudiva. Quando arriva il fatidico messaggio, Cristian pensa si tratti di uno scherzo. Lui ha continuato a chiamarla incessantemente, dopo poco il numero è risultato inesistente. Era disperato e non sapeva come dire alla sorellina che erano stati abbandonati. Chiede a Maria De Filippi di avere la possibilità di rivedere la madre. La presentatrice, però, gli spiega di averla trovata insieme al compagno Giovanni e dunque, ha consegnato la posta a entrambi. Cristian quando vede la consegna della posta scoppia a piangere disperatamente. Maria lo incoraggia.

Cristian tra le lacrime: "Non ti ho fatto nulla di male, perché sei andata via"

Nunzia e Giovanni entrano in studio e una volta visto Cristian, l'uomo dice alla compagna: ‘È tuo figlio?' e lei annuisce. Così, lui dice che può parlare se per Nunzia va bene. Cristian tra lacrime e singhiozzi dice

"Mamma, sono tuo figlio Cristian, sono passati tre anni da quando te ne sei andata e mi hai lasciata con un semplice messaggio dicendo che non volevi più tornare e che stavi bene. In questi anni non ho fatto altro che cercarti e domandarmi se tu mi avessi preso in giro. Ho fatto tutto da solo, non ci ha aiutato nessuno. Non ti abbiamo fatto nulla di male, perché sei andata via. Vorrei passare di nuovo dei giorni insieme a te. Non ho più festeggiato un compleanno perché temevo di dimenticare quello festeggiato con te. La mia vita è cambiata, sono innamorato di una ragazza che sta sempre accanto a me. Si chiama Lucy".

Maria De Filippi, vedendo il giovane in difficoltà, fa entrare la sua fidanzata per stargli vicino.

"Lei è la ragazza che amo più al mondo, ho intenzione di sposarla. Aspettiamo un bambino, volevo lo sapessi. Sono felice. Mi accontento anche se non vuoi sentirmi, perché ce l'ho fatta lo stesso".

Nunzia: "Li ho cresciuti come fossero miei figli, non voglio avere niente a che fare con loro"

Nunzia ha raggelato tutti dicendo

"Maria li ho presi con me quando erano piccoli, li ho cresciuti come se fossero figli miei. Maria non voglio più avere niente a che fare con loro. Ho passato l'inferno in quella casa. Cristian si è comportato male".

Cristian è piegato dal dolore. Maria De Filippi ha provato a capire se Cristian e la sorella siano figli di Nunzia o meno, data l'espressione usata dalla donna, ma senza successo.

"Maria ho un nuovo marito e sto benissimo. Una volta ero sul divano e lui mi ha alzata con tutto il divano. La sorella, invece, mi feriva con le parole".

Giovanni ha aggiunto: "Cristian poteva dire anche qualcosa a me, tua madre non è sola, ci sono io. Non mi hai detto niente, ti pare bello? Non mi ha proprio contato". Maria De Filippi gli ha spiegato che non sapeva della sua esistenza. Cristian ha aggiunto

"Qui c'è mio figlio e qualunque cosa succeda con i parenti di lei, non cambierà l'affetto che provo per lui".

Cristian: "Mamma sai cosa significa essere escluso perché sei diverso?"

Nunzia vorrebbe chiudere la busta, poi chiede consiglio a Giovanni, che vuole sapere se Cristian abbia rapporti con il nonno: "Ti ho visto in giro con il nonno, con papà dopo tutto il male che vi ha fatto". Maria De Filippi prende le difese di Cristian: "È andato a cercare suo padre, perché era disperato a casa da solo, non è un torto a Nunzia. È rimasto solo con la sorellina di 16 anni". Cristian riprende la parola

"Sai cosa vuol dire spiegare ai professori le mie condizioni, le persone che ti escludono perché sei diverso. Lo sai cosa significa?".

Maria De Filippi: "Cristian sto zitta solo per te" Zerbi e Cristina Plevani sono meno diplomatici.

Maria De Filippi permette a Nunzia e Giovanni di parlare fuori dallo studio poi si avvicina a Cristian e gli dice

"Lo sai che io non sto dicendo niente solo per te. Nonostante le sue risposte, sto rispettando la tua volontà. Non è normale che una mamma scappi con un sms. Ma hai sentito le risposte? L'unico modo che ho per fartela incontrare è assecondare questo".

E Cristian: "A me interessava che stesse bene, almeno ora so che sta bene". Nunzia rientra in studio e accetta che si sentano al telefono e che si vedano di tanto in tanto. Rudy Zerbi e Cristina Plevani sposano il sentimento comune e sono comprensibilmente meno diplomatici di Maria De Filippi.

La frase di Nunzia genera confusione e stupisce Maria De Filippi.

La frase di Nunzia "li ho cresciuti come fossero miei figli", ha confuso sia Maria De Filippi – che ha provato ad approfondire ma senza insistere – sia gli internauti.


Peppe Vessicchio a ‘C’è posta per te’, Littizzetto: “Il prossimo Sanremo canta e dirige lui”

Prima di lasciare lo studio Luciana Littizzetto ha fatto un'ultima sorpresa a Maria De Filippi. La comica ha spiegato di avere un rammarico

"Al Festival di  Sanremo non abbiamo detto l'unica frase che ci fa sentire davvero italiani: ‘Dirige l'orchestra il Mestro Peppe Vessicchio'".

Così è entrato in studio il direttore d'orchestra e la comica gli ha fatto un augurio

"Propongo un Sanremo in cui Peppe se la canta, se la suona e se la dirige tutta da solo. Farebbe uno share del 96%".

C'è stato solo il tempo di una stretta di mano, poi Vessicchio ha lasciato lo studio.


Luciana Littizzetto alla De Filippi: “Conti è il tuo valletto, vali tre volte più di Belén”

Luciana Littizzetto alla De Filippi: “Conti è il tuo valletto, vali tre volte più di Belén”

La settima puntata ha inizio con Luciana Littizzetto che manda la posta a Simona Ventura e Rocio Munoz Morales. La comica entra in studio distribuendo i santini della presentatrice di ‘C'è posta per te'. Lei ironizza

"Vado a ruba come Carlo".

La Littizzetto spiega: "Ti piacciono, sono benedetti eh? Quando tu sei stata a Sanremo io ho lavorato a Mediaset". Poi l'ha immaginata in intimità con Maurizio Costanzo: "Facciamo entrare subito…senza due parole prima, niente". Quindi ha continuato

"A Sanremo non hai fatto piangere nessuno. Ai cantanti avete consegnato le buste? Tipo ‘Lei è Michele Zarrillo? Canta sempre la stessa canzone? C'è Sanremo per te!' Hai fatto la tua porca figura anche nei confronti di Carlo Conti che sembrava il tuo valletto. Nell'ultima puntata era sbiadito. In conferenza stampa hai detto di sentirti come Belén ma con un fisico diverso, ma non è vero. Tu ne fai tre di Belén. Devi mostrarti di più. Lei ogni tanto si mostra ma per errore, non se ne accorge. Ad esempio quando hai fatto l'intervista con Maurizio ti sei stravaccata sulla poltrona e hai mostrato uno stacco di coscia che arrivava fino al mio salotto. Comunque ho chiamato altre regine di Sanremo per valutare la tua prestazione".

Rocio Munoz Morales: "Vi lascio Raoul in Italia, però è mio"

Rocio Munoz Morales e Simona Ventura hanno accettato l'invito e vogliono sentire cosa ha da dire. Luciana Littizzetto dice

"So che avete dovuto lasciare i vostri merli maschi, ma faremo una cosa veloce. Simona Ventura è sempre uno spettacolo, ha un'energia, sorride sempre non come Maria che sembra sempre che si rompa i maroni. Rocio è fantastica, meravigliosa, guarda che stile, eleganza, classe. Tutto ciò che noi non abbiamo. Mi raccomando non portarti Raoul Bova in Spagna, c'è la fuga di cervelli e la fuga di Walter".

Lei ha replicato: "Vi lascio Raoul in Italia però è mio".

Maria De Filippi: "A Sanremo sono inciampata perché c'erano le casse"

È il momento di valutare la performance di Maria De Filippi a Sanremo. Luciana Littizzetto la rimprovera per non aver fatto la scalinata, a differenza loro.

"Rocio scendeva le scale con la scioltezza della bava di lumaca".

Un filmato ritrae quel momento. Poi parte il video che mostra come Luciana Littizzetto era solita scendere le scale durante il suo Festival con Fazio e, infine, il momento dell'ingresso all'Ariston di Maria, che inciampa sul palco anche senza scalinata: "Ma non si teneva in piedi" nota la Littizzetto e la De Filippi: "Ma c'erano le casse". In studio entra la scalinata. Maria De Filippi la percorre e poi fa il gesto dell'ombrello. La comica rilancia

"Non hai fatto una mazza, ecco perché non ti sei fatta pagare".

Poi la rimprovera per aver applaudito a caso durante la kermesse canora e per non essere stata in grado di leggere il gobbo.

Simona Ventura: "Quando presentavo il Festival, il seno era ancora il mio"

Simona Ventura ha voluto precisare che nel 2004, quando presentò il Festival di Sanremo, il suo seno era ancora naturale: "Quelle erano le mie". Si è sottoposta a un intervento chirurgico solo successivamente. Poi ha difeso Maria De Filippi

"E dai, può capitare qualche errore, spezzo un braccio a favore di Maria".

Tutte e quattro insieme, quindi, hanno ballato la canzone ‘Rumore' di Raffaella Carrà con apposita parrucca bionda sul capo. Luciana Littizzetto ha commentato altre regine del Festival

"Arisa era vestita come una gattara, il suo stilista è stato arrestato".

Si è passati, infine, a parlare di…mutande. La comica ha svelato: "Io le uso ascellari, tu Maria metti il tanga?" e lei: "No, mi dà fastidio". All'unanimità, hanno deciso che

"Maria De Filippi vales".

Gli spettatori notano il viso apparentemente gonfio di Simona Ventura.

Molti, più che sulle battute di Luciana Littizzetto, si sono concentrati sul viso di Simona Ventura. La presentatrice è stata reputata dagli internauti come insolitamente gonfia.