La puntata del 25 novembre 2o19 di Live-Non è la D'Urso è stata foriera di notizie inedite e al quanto scottanti, che si sono succedute nell'arco della serata. Tra gli ospiti arrivati in trasmissione, c'è stata anche Mercedesz Henger che ha parlato nel dettaglio della questione relativa al fatto che Riccardo Schicchi non fosse, in realtà, suo padre biologico.

Il motivo per cui ne parla in tv

Il matrimonio tra Eva Henger e Riccardo Schicchi è noto ai più, come il fatto che dalla loro unione siano nati due figli: Mercedesz e Riccardino. Stando a quanto è stato dichiarato dalla primogenita dell'attrice, invece, il produttore cinematografico non sarebbe suo padre biologico. La ragazza lo avrebbe scoperto direttamente da sua madre, che glielo avrebbe rivelato quando lei aveva 17 anni. Durante la puntata dello show di Barbara D'Urso la modella ha parlato ripercorso la storia fin dall'inizio, da quando e come ha scoperto di non essere la figlia di Schicchi, a come ha deciso di rivelarlo e, quindi, del motivo per cui si trova nel salotto Mediaset per parlare dell'accaduto che, in poche ore, è stato riportato su tutti i giornali: "Alcuni titoli non mi sono piaciuti. Non è vero che Riccardo non è mio padre, è mio padre e lo sarà sempre… Non è il mio padre biologico. Questa cosa, la so da quando ho 17 anni. Non è trapelata da me. Mi sono ritrovata costretta ad essere qui."

Il racconto di Mercedez Henger

Il motivo che ha portato la figlia di Eva Henger a parlare apertamente della questione si riconduce ad un evento verificatosi prima di questa ospitata in tv, quando un giornalista di una nota testata italiana, di cui la ragazza non fa il nome, che avrebbe scoperto la notizia da una fonte che non ha potuto rivelare, per avere una conferma avrebbe chiamato la diretta interessata. Mercedesz Henger, per paura che la notizia potesse essere travisata dalle altre testate, ha deciso di prendere parola e spiegare tutto nel minimo dettaglio, sin dai dubbi che ha nutrito sin da ragazzina, arrivando al momento in cui la madre le ha rivelato tutta la verità:

Mi è arrivata la telefonata di un giornalista, di un famoso giornale qui in Italia, dicendomi che gli era arrivata questa notizia… Io ho chiesto chi fosse stato, loro non hanno potuto dirmelo. Lo sapevano 4 persone in croce… Io posso supporre chi sia stato, forse l'ha fatto per ferirmi ma non dico nulla, non accuso nessuno senza prove. Ma lo scoprirò, è stato un colpo basso schifoso. Hanno voluto sminuire la memoria di mio padre ma non ci sono riusciti. Questa cosa rende ancora più onore a mio padre. Mi ha cresciuto e io l'ho amato come nessun altro. Qualche dubbio ce l'ho sempre avuto. Io avevo il cognome diverso da quello di mio fratello, me lo facevano notare i miei insegnanti. Ho un cognome ungherese e ho il cognome Schicchi. Come non mi interessava allora, non mi interessa oggi. Mio padre è Riccardo ed è sempre stato Riccardo. Un genitore è colui che ti cresce, cosa che ha fatto Riccardo sempre. Io non lo volevo assolutamente dire.

La scelta di non incontrare la famiglia del padre biologico

Mercedesz Henger, quindi, pur sapendo che suo padre biologico sia un altro non ha mai rinnegato la figura di Riccardo Schicchi, con cui è cresciuta e che a tutti gli effetti è stato suo padre. Un uomo che l'ha abbandonata troppo presto e di cui sente tuttora la mancanza, motivo per cui pur essendo a conoscenza del fatto che il suo padre biologico sia in Germania e abbia un'altra famiglia, non ha intenzione di conoscere nessuno che ne faccia parte: "Io ho sempre avuto un padre e non sono curiosa di incontrare una persona che non si è mai fatta viva fino ad adesso. Lui ha una famiglia in Germania, credo di avere dei fratellastri. Non li voglio incontrare. La mia famiglia, so qual è".