Lino Guanciale è uno dei volti più amati degli ultimi anni. L’attore, impegnatissimo a teatro quanto in tv, è il protagonista di serie televisive di successo come L’allieva, Non dirlo al mio capo e La porta rossa. In un’intervista rilasciata a Tv, Sorrisi e Canzoni, Guanciale ha raccontato i prossimi progetti che lo vedranno protagonista.

L’allieva 3, girata metà della serie tv

Lino Guanciale ha dichiarato di essere felice che la Rai abbia deciso di mandare in onda le repliche de L’allieva 2, che registrano anche ottimi risultati negli ascolti. Ritiene che questa scelta dimostri l’affetto che gli spettatori continuano a provare per le vicende narrate nella serie televisiva. In genere, non ama riguardarsi in tv ma in questo caso sta pensando di fare un piccolo strappo alla regola: “Ogni tanto butterò un occhio: lo farò con meno ansie e ancora più affetto per la serie. Gli spettatori aspettano trepidanti l’arrivo de L’allieva 3. Era già stata girata metà della serie, quando sono entrate in vigore le norme restrittive per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. L'attore ha dichiarato: "Sì, con Alessandra Mastronardi eravamo sul set quando il 9 marzo ci siamo fermati a metà delle riprese. Uno stop sacrosanto: solo rispettando le regole si può venirne fuori”.

Lino Guanciale protagonista di 3 nuove serie tv

Non appena sarà possibile tornare sul set, Lino Guanciale avrà un bel po’ di lavoro da sbrigare. L’attore è atteso su tre set per altrettante serie televisive che intratterranno gli spettatori nei prossimi mesi:

“Finirò le riprese de L’allieva 3 e comincerò quelle di Sopravvissuti, un progetto internazionale che coinvolge la Rai, la tv pubblica tedesca e quella francese. È una serie thriller con una sceneggiatura molto bella. E poi arriverà il Commissario Ricciardi che è quasi ultimato, la serie ambientata a Napoli negli Anni 30, tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni”.