Fan da sempre di Maria De Filippi e delle sue trasmissioni, Francesca Costa ne è diventata protagonista per una sera grazie al sogno realizzato da suo figlio Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma e della Nazionale di Calcio. Nell'ultima puntata di "C'è posta per te", infatti, il calciatore è andato in trasmissione assieme alla madre proprio per realizzare il sogno di Alessandro, un ragazzo di 18 anni cresciuto da Maurizio, compagno della madre scomparsa qualche anno fa. Cresciuto come se fosse suo figlio, Maurizio si è preso cura del ragazzo e per questo ha chiesto alla trasmissione di poter far incontrare Zaniolo al ragazzo.

L'emozione di Francesca Costa

Il calciatore ha portato con sé anche la madre, Francesca Costa, che è rimasta seduta al suo fianco fino all'apertura della busta, consegnando ad Alessandro oltre a una serie di gadget anche un assegno. Nel dietro le quinte, poi, la donna ha raccontato alle telecamere di Witty tv, quanto essere stata nello studio di Maria De Filippi, in fondo, fosse un sogno che si era realizzato anche per lei, soprattutto grazie al fatto che ci è finita grazie a suo figlio: "È una doppia emozione per lei, perché già è un'emozione essere qua negli studi e in più vedere che gli faccio una sorpresa penso che sia una cosa fantastica" ha detto il calciatore parlando della madre, ma è lei stessa a spiegare cos'è che la rende felice e orgogliosa.

Il regalo di Zaniolo e la madre ad Alessandro

Seduta assieme al figlio in un divanetto dei camerini della trasmissione, Francesca Costa ha spiegato quanto sia contenta di vedere il figlio dare gioia a qualcuno: "Mi riempie di orgoglio perché è da quando sono ragazza che seguo Maria e non mi sembra vero di essere qua ed esserci stata portata da lui è ancora una cosa grande per me. Ho sempre visto gli ospiti e dicevo: ‘Beati loro che riescono ad infondere felicità e un messaggio positivo alle persone che li chiamano e adesso lo sta facendo lui ed è bellissimo'. Zaniolo ha spiegato: "Sono voglioso di trasmettere felicità e positività a questo ragazzo e al padre che ne hanno bisogno" e in studio ha detto ad Alessandro: "Siamo coetanei. Io ho 21 anni e tu ne hai 18. Ma non sono io a essere d’esempio per te, sei tu che sei un esempio per me"