E alla fine arriva il giorno in cui "Leaving Neverland" sarà trasmesso anche in Italia. Il controverso documentario che ha riaperto i dubbi mai sopiti sugli abusi su minori da parte di Michael Jackson arriverà sul Nove il 19 e il 20 marzo in prima serata. Distribuito da Kew Media Distribution, coprodotto da HBO e Channel 4, diretto da Dan Reed, "Leaving Neverland" racconta il punto di vista di James Safechuck e Wade Robson, all'epoca dei fatti 10 e 7 anni.

La trama di Leaving Neverland

James Safechuck e Wade Robson, entrambi grandi amici di Michael Jackson, oggi ormai trentenni raccontano, con l'aiuto dei loro familiari, gli abusi subiti nel corso degli anni e che li hanno costretti ad affrontare traumi mai superati e che hanno avuto ripercussioni nella loro vita da adulti e da genitori.

Gli effetti del documentario

Gli effetti di "Leaving Neverland" sull'immagine di Michael Jackson sono stati devastanti. Le principali radio canadesi hanno cancellato la programmazione dei suoi brani, così come BBC2 Radio, che però in un secondo momento ha smentito la voce precisando che semplicemente non sono previste playlist con canzoni di Jacko a breve. Anche I Simpson hanno fatto un passo indietro su MJ. I produttori dello show più popolare della tv hanno deciso infatti di cancellare dai loro cataloghi e dalla programmazione l'episodio "Stark Raving Dad" che vide la collaborazione al doppiaggio di Michael Jackson.

Paris Jackson difende suo padre

Le polemiche che hanno investito di nuovo il nome di Michael Jackson hanno ovviamente investito anche i figli del cantante. Gli avvocati, intanto, parlano di "documentario spazzatura" e fanno fede all'assoluzione totale conquistata con il cantante ancora in vita. Paris Jackson, invece, ha detto la sua su Twitter:

Non ho ancora fatto alcun comunicato stampa, soprattutto riguardo a quanto questa cosa abbia effetto sulla mia vita. Ragazzi, state esagerando.

Ma, intanto, gli effetti negativi a cascata prodotti da questo documentario sono già partiti da un pezzo e, a breve, anche qui in Italia avremo modo di guardare le scioccanti testimonianze di cui tutti parlano.