La morte di Gigi Proietti ci lascia in eredità una carriera entusiasmante. Tutti i suoi sketch e le migliori barzellette ritornano oggi alla memoria, occupando le timeline dei social network, il dibattito e la discussione pubblica. Sono tantissime le testimonianze in archivio. In particolare proprio con le barzellette, raccontate nel corso di tutta la carriera, l'attore ci ha fatto anche un film: "Le barzellette" del 2004 per la regia di Carlo Vanzina.

Sono tantissime le barzellette rimaste vive nella memoria degli appassionati raccontate da Gigi Proietti, scomparso la scorsa notte. Dalla barzelletta dell'uomo che dice sempre "diciotto" fino a quella dell'orango e della lucertola. Tra le migliori battute di Gigi Proietti nei suoi sketch storici, c'è la declamazione della poesia di Fosco Maraini, "Il Lonfo" e la barzelletta del cavaliere bianco e del cavaliere nero. Gigi Proietti era un grande tifoso della Roma e il mondo dello sport ha ricordato anche la barzelletta del posto vuoto allo stadio, altro esempio fulgido e brillante di romanità autentica e coinvolgente. A ogni ospitata in televisione, Gigi Proietti ha sempre lasciato un sorriso per una sua barzelletta. Come a "Il senso della vita" di Paolo Bonolis, quando raccontò la barzelletta dell'orango e della lucertola, riproposta anche in "Cavalli di Battaglia", ultima trasmissione che Gigi Proietti ha condotto. Sempre da Paolo Bonolis, ha raccontato la barzelletta della memoria, altra piccola perla di un immenso repertorio.

La barzelletta del 18

Un uomo si alza al mattino e comincia a dire sempre: "Diciotto, diciotto, diciotto". Fino a quando viene seguito da un altro che gli chiede: "Scusi, ma perché dice sempre diciotto?". Un pezzo di storia del repertorio di Gigi Proietti.

La barzelletta dell'orango e della lucertola

L'orango e la lucertola. Altro grande cavallo di battaglia di Gigi Proietti.

Il lonfo, la poesia di Fosco Maraini

L'interpretazione de "Il Lonfo", la poesia di Fosco Maraini.

La barzelletta della moglie

Ancora da Paolo Bonolis per "Il senso della vita", Gigi Proietti racconta la barzelletta della moglie e della memoria.

La barzelletta della vecchia

La barzelletta delle ostriche

Nel corso delle stagioni di "Una pallottola nel cuore", venivano sfruttati i cavalli di battaglia di Gigi Proietti per concludere ogni puntata. Questa è la barzelletta delle ostriche.

La barzelletta del colonello Lagaffe

La signora delle camelie

Ne "Le barzellette" del 2004 c'è "La signora delle camelie", indimenticabile sketch in cui Gigi Proietti improvvisa un copione in sostituzione di un attore, rovinando la pièce teatrale.

La barzelletta del cavaliere nero

Gigi Proietti e lo sketch ‘non me rompe er ca'

Gigi Proietti e la barzelletta del posto vuoto allo stadio