201 CONDIVISIONI
17 Settembre 2014
00:27

Le 10 cose che ancora non conoscevi della serie tv “Friends”

Venti anni sono trascorsi dal primo episodio di “Friends” e ben dieci ci separano dal suo season finale, tra i più seguiti di sempre. Eppure ci sono ancora tante curiosità non svelate che ruotano intorno alla serie tv targata Nbc.
A cura di Simona Saviano
201 CONDIVISIONI

La serie tv creata da David Crane e Marta Kauffman è stata tra le più seguite negli anni Novanta e resta tra le più amate di sempre. Trasmessa dalla NBC dal 1994 al 2004 e con dieci stagioni all'attivo, le voci di un ipotetico "ritorno sul set" dei sei protagonisti suscitano la gioia e un vero e proprio fermento da parte di tutti i fan. Per il momento la reunion è da escludere, eppure nel ventennale della sua nascita "Friends" si conferma come un fenomeno televisivo più attuale che mai. L'ultimo episodio trasmesso negli USA il 6 maggio 2004 totalizzò ben 52.460.000 telespettatori e resterà tra i season finale più visti di sempre. E se purtroppo l'attrice Courteney Cox è stata nei dieci anni di messa in onda l'unica protagonista a non aver ottenuto neanche una nomination agli Emmy Awards, è indubbio che ognuno dei sei protagonisti ha contribuito nella riuscita di uno dei fenomeni tv degli ultimi anni. Venti anni sono trascorsi dalla sua messa in onda e ben dieci ci separano oggi dal suo season finale, eppure ci sono tante curiosità che ruotano intorno alla serie tv che potrebbero suonare nuove ai più. Eccone dieci:

Un progetto simile a "Friends" bocciato l'anno prima

Già qualche anno prima, e nello specifico nel 1993, l'attore Matthew Perry – alias Chandler in "Friends" – aveva presentato all'emittente Nbc il progetto di una sit-com che aveva come focus un gruppo di giovani ragazzi, ventenni per lo più, dal titolo "La casa di Maxwell". In quell'occasione la Nbc bocciò il progetto tv, visto che bolliva in pentola proprio "Friends" per il quale, tuttavia, Perry fu reclutato tra i protagonisti.

Meglio "Insomnia Café" del titolo "Friends"?

Il telefilm "Friends" avrebbe potuto avere una storia ben diversa: i produttori hanno confessato che prima di scegliere il titolo che ha decretato la storia delle avventure dei sei protagonisti newyorkesi, hanno valutato altre ipotesi. "Friends like us", "Six of one", "Across the hall", "Once upon a time in the west village", "Insomnia cafe" le papabili alternative al semplice e immediato "Friends".

Monica e Joey coppia fissa di "Friends"

Inizialmente si pensò di incentrare la serie solo su quattro degli attuali sei protagonisti: nello specifico la narrazione si sarebbe dovuta soffermare solo su Monica, Ross, Rachel e Joey. I simpaticissimi Phoebe e Chandler nell'immaginario iniziale dei produttori sarebbero rimasti solo dei personaggi secondari. A ciò si aggiunge che le coppie sarebbero dovute essere così distribuite: Rachel con Ross e Monica insieme Joey, questi ultimi come coppia chiave della prima stagione della serie tv.

Il ruolo di Phoebe era per Ellen DeGeneres

La prima attrice a cui fu proposto di interpretare il ruolo di Phoebe è stata l'attuale conduttrice tv americana Ellen DeGeneres: la bionda rifiutò il ruolo, che fu assegnato alla bravissima Lisa Kudrow.

Una sigla di "Friends" diversa

Anche il brano dei The Rembrandts "I'll Be There For You" è stato per i produttori del telefilm della Nbc una "seconda scelta". Prima della famosa sigla, scritta peraltro dagli stessi produttori David Crane e Marta Kauffman insieme a Phil Solem e Danny Wilde dei Rembrandt, inizialmente in lizza c'era il famoso brano "Shiny happy people" dei Rem. Il resto è storia e basti pensare che il brano dei Rembrandts è stato per otto settimane in ai vertici delle classifiche musicali.

Il divano del Central Perk di Friends

I componenti di arredo del telefilm hanno a loro volta una lunga storia: il divano del bar Central Perk su cui siedono i protagonisti fu letteralmente "scovato" da uno scenografo all'interno di un seminterrato dei Warner Bros Studios. Il frigorifero della casa di Monica era realmente funzionante e serviva per tenere in fresco bibite e vivande per i lavoratori impegnati sul set durante le riprese. Inoltre il cane bianco di Joey era in realtà un regalo appartenente a Jennifer Aniston.

Rachel Karen Verde & Ross Eustace Geller

Conoscete i nomi completi dei sei personaggi di Friends? Chandler Muriel Bing, Rachel Karen Verde, Ross Eustace Geller, Monica E. Geller, Joseph Francis Tribbiani Jr. e Phoebe Buffay.

Jennifer Anastassakis

Il vero cognome dell'attrice Jennifer Aniston, che vanta origini greche, è stato utilizzato dai produttori per una puntata della settima serie di Friends: nell'episodio 7×24 la protagonista Rachel cerca un celebrante per il matrimonio tra Monica e Chandler, ma a disposizione ci sarà solo un ministro ortodosso che sta celebrando delle nozze. Il cognome dello sposo di religione greco-ortossa in questione porta il vero cognome della Aniston, cioè Anastassakis.

Cifre record per le pubblicità trasmesse durante "Friends" 

Il season finale di Friends, che totalizzò una cifra record di ascolti, fece anche incetta di spot: 30 secondi di pubblicità trasmessi durante la puntata conclusiva arrivarono a costare alle aziende anche 2 milioni di dollari. 

Cachet milionari per Rachel & Co.

Durante la prima serie i protagonisti guadagnarono 22.500 dollari a testa per episodio: giunti alla decima stagione la cifra ad episodio sfiorava il milione di dollari. Eppure c'è qualcuno come Bruce Willis, che ha girato tre episodi nei panni del padre di Elizabeth – fidanzata con Ross nella sesta stagione – e successivamente fiamma di Rachel, che all'epoca decise di devolvere in beneficenza il suo intero – e top secret – cachet.

201 CONDIVISIONI
Le 10 cose di "Chocolat" che ancora non sapevate
Le 10 cose di "Chocolat" che ancora non sapevate
Le 10 cose di "Ratatouille" che ancora non sapevate
Le 10 cose di "Ratatouille" che ancora non sapevate
Le 10 cose de “La fabbrica di cioccolato” che ancora non sapevate
Le 10 cose de “La fabbrica di cioccolato” che ancora non sapevate
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni