7 Settembre 2021
14:52

Laura Freddi e la rivelazione su Non è la Rai: “Speravo che le cose andassero diversamente”

Nel trentennale di “Non è la Rai”, che si festeggia il 9 settembre, parla anche Laura Freddi in una lunga intervista al settimanale “Visto”: “Volevo pagarmi gli studi partecipando al programma e invece mi assorbì tantissimo”. Tra quelle con cui non ha mia perso i rapporti anche Miriana Trevisan, da quest’anno al GfVip.

Una nuova stagione televisiva è ormai alle porte e Laura Freddi è stata la protagonista assoluta del passato della tv: "Non è la Rai" festeggia il 9 settembre i suoi "primi" trent'anni. Era, infatti, il 9 settembre 1991 quando la trasmissione andò in onda per la prima volta con la conduzione di Enrica Bonaccorti. Tra le ragazze c'era anche lei. Quella che a quei tempi fu accolta con grandi critiche, oggi viene invece celebrata come un pezzo di storia della televisione commerciale italiana. Al settimanale Visto, Laura Freddi dice la sua: "Non è la Rai mi ha cambiato la vita, è cambiato tutto". 

I rimpianti di Laura Freddi

Prima del programma di Gianni Boncompagni, Laura Freddi aveva lavorato in un canale privato di Napoli, Canale 34, come valletta in un programma sportivo e aveva vinto Miss Teenager Italia. All'epoca aveva il diploma in ragioneria e lavorando a Non è la Rai pensava di potersi pagare gli studi, ma le cose – purtroppo – andarono diversamente:

Volevo iscrivermi ad una scuola per interpreti e ho iniziato Non è la Rai per pagarmi gli studi. Invece il programma mi ha assorbito tantissimo: da subito è stato un impegno più serio di quanto potessi immaginare alla vigilia.

Un'esperienza coinvolgente

Ma c'è anche il rovescio della medaglia, l'importanza di essere entrata nella storia della televisione. E, infatti, Laura Freddi prosegue:

Essere ricordata per quell’esperienza ancora oggi mi riempie di orgoglio perché vengo identificata come una ragazza “storica” di Non è la Rai, a dispetto del fatto che ho partecipato solo alle prime due stagioni. È strano ma più che essere passati trent’anni sembra quasi che il programma sia andato in onda per trent’anni, perché puntualmente vanno in onda le repliche su Mediaset Extra. Il ricordo dunque è vivo e fresco perché l’affetto del pubblico è rimasto sempre costante: io me lo sono portato dietro nel corso del tempo e dunque Non è la Rai è come se fosse un tatuaggio sulla pelle. Di certo ricordo la spensieratezza che vivevo tutti i giorni. E anche la responsabilità e, addirittura la fatica: tra prove e studio noi iniziavamo al mat- tino per finire la sera, con la diretta in mezzo. Grazie a Gianni Boncompagni ho iniziato a conoscere quello che poi è diventato il mio mestiere.

Laura Freddi non era ancora determinata a lavorare nel mondo dello spettacolo: "Ero molto timida, magari sembravo spigliata ma non lo ero. 

Il rapporto con le ex colleghe

Laura Freddi è riuscita, oggi, a recuperare il rapporto con molte compagne di avventura. Tra quelle con cui non ha mai perso i rapporti, invece, c'è anche Miriana Trevisan che quest'anno parteciperà al Grande Fratello Vip, come già accaduto a lei.

Negli ultimi anni, grazie ai social network, ho recuperato il rapporto con quasi tutte. Già prima sentivo Pamela Petrarolo, Miriana Trevisan e Cristina Quaranta. Lei vive a Milano, ma quando viene a Roma ci vediamo sempre. Qualche tempo fa ho sentito Ambra: abbiamo parlato da mamme, scambiandoci consigli. È capitato di fare degli aperitivi di gruppo per ritrovarci ed è stato molto bello.

Laura Colucci 30 anni dopo Non è la Rai: "Non era una favola, ho visto cose vomitevoli"
Laura Colucci 30 anni dopo Non è la Rai: "Non era una favola, ho visto cose vomitevoli"
Paolo Bonolis compie 60 anni: gli auguri della ex Laura Freddi e la reazione di Sonia Bruganelli
Paolo Bonolis compie 60 anni: gli auguri della ex Laura Freddi e la reazione di Sonia Bruganelli
Non è la Rai, Pamela Petrarolo sullo sfogo di Laura Colucci: "Follia, Boncompagni non era un mostro"
Non è la Rai, Pamela Petrarolo sullo sfogo di Laura Colucci: "Follia, Boncompagni non era un mostro"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni