Dopo il grande successo di Mina Settembre, il ritorno di Serena Rossi passa per RaiPlay. "La tristezza ha il sonno leggero", disponibile in esclusiva su RaiPlay a partire dal 26 febbraio, è anche l'esordio alla regia di Marco Mario De Notaris, protagonista di una commedia agrodolce su cui regna sovrano il tema della famiglia, delle ambizioni contrapposte, dei sogni infranti e di quelli tutti da realizzare. Liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Lorenzo Marone, edito da Longanesi, il film include nel cast anche Stefania Sandrelli, Ciro Priello (The Jackal), Eugenia Costantini e Marzio Honorato.

La tristezza ha il sonno leggero: la trama

Erri Gargiulo (Marco Mario De Notaris), napoletano, ipocondriaco, sulla soglia dei quarant'anni e ancora alla ricerca di sé stesso, viene cacciato dalla moglie che gli confessa di avere un'altra relazione. Si ritrova, così, a ricominciare da zero in una nuova casa che condivide con giovanissimi coinquilini punk. È il 9 novembre 1989, la notte della caduta del Muro di Berlino, e Erri ha preso un appuntamento con una squillo, ma il caso vuole che quella stessa sera voglia riunirsi a casa sua anche tutta la sua bizzarra famiglia: la dispotica madre Renata (Stefania Sandrelli), il suo secondo marito Mario (Marzio Honorato), i figli Giovanni (Ciro Priello) e Valerio (Roberto Caccioppoli), il padre Raffaele (Tonino Taiuti) e Flor (Serena Rossi), la sorella hippie di Erri nonché figlia in seconde nozze di Raffaele. Fra liti, equivoci, incomprensioni, sarà poi l'arrivo di Arianna (Eugenia Costantini), figlia del secondo marito di Renata, a rompere completamente il muro di certezze di Erri, proprio come quello di Berlino di cui il notiziario in sottofondo annuncia la caduta.

Chi è Marco Mario De Notaris

Marco Mario De Notaris è un attore e regista napoletano, diplomato al Centro sperimentale di cinematografia, lavora come attore al cinema, in teatro e in televisione, in film, telefilm e soap opera, in ruoli comici e drammatici, sia della tradizione napoletana che della prosa classica e delle sperimentazioni teatrali.