La quinta puntata di "C'è Posta per te", in onda il 15 febbraio 2020, continua con la storia di Flora, una donna che vuole cercare di recuperare il rapporto con suo figlio Giovanni, che ha cacciato di casa nel 2015. La donna vorrebbe recuperare anche il rapporto con la sua compagna Luisiana. Qualcosa, però, non va nel verso giusto ed è proprio Maria De Filippi a puntare il dito contro l'atteggiamento del giovane chiamato in trasmissione.

La storia di Flora e Giovanni

La vita di Flora non è stata affatto semplice. A 29 anni, la donna aveva già sei figli e non aveva soldi per poterli mantenere. Il primo figlio è arrivato a 17 anni, a 22 ne aveva 4 e a 27 ne aveva 5. Il padre dei bambini, poi, l'ha lasciata di punto in bianco senza provvedere al sostentamento dei suoi figli. Quando Flora si è trovata in difficoltà e gli ha chiesto aiuto, lui ha chiamato gli assistenti sociali che le hanno portato via i suoi bambini e ha fatto di tutto per riportarli a casa con sé. Gli assistenti sociali diventano una presenza costante nella vita di questa famiglia e sorvegliano ogni mossa di Floria e di suoi figli. I problemi con Giovanni sorgono quando il figlio si innamora di Luisana e per permettersi di pagarle una cena o comprarle qualcosa, lascia il lavoro al mercato e diventa parcheggiatore abusivo. Flora, temendo che gli assistenti sociali potessero intervenire, un giorno durante una lite con Giovanni lo caccia di casa.

Le parole di Giovanni

Giovanni e Luisiana accettano l'invito ed arrivano in studio. Lui è piuttosto incredulo nel vedere che si tratta della madre, mentre la compagna si aspettava di trovare proprio Flora dietro la busta. Il rapporto tra Giovanni e la mamma nel corso di questi anni non è cambiato, anzi, secondo il ragazzo non c'è stato alcun tentativo di riavvicinamento da parte della donna, pur abitando nello stesso quartiere. Dopo aver provato a trovare un punto di incontro, e dopo che Luisiana ha definito la suocera "un mostro", la coppia è decisa ad abbandonare la trasmissione. A parlare è Giovanni: "Per me si può chiudere la busta. Doveva venire prima, non voglio più avere un dialogo con lei".

La furia di Maria De Filippi

Ad intervenire è Maria De Filippi che, piuttosto innervosita dall'atteggiamento dei due giovani, non esita a mostrare il suo dissenso per le parole così dure che entrambi hanno riservato ad una donna che, in fin dei conti, cerca di recuperare un rapporto rimediando ai suoi errori. Per questo la conduttrice sbotta:

Adesso Flora ha parlato e si è sentita dire che è un mostro. A me ha colpito come vostra madre vi abbia cresciuto, vi abbia fatto andare alle medie, è andata alla Caritas per voi, si è umiliata e mi dispiace vedere un figlio che dice che la madre è un mostro. Non ce la posso fare, mi fa pena. Dietro c'è un percorso? Il percorso di una donna che non ha avuto un cavolo, che vive in un container. Non mi aspetto che sia una madre educata, ma un po' un animale che cerca in qualche modo di allevare i figli e ce la fa. Io, ai miei animali voglio bene e non me li tocca nessuno. Il fatto che tu consenta alla tua fidanzata di dire che tua madre è un mostro, mi fa impressione. Ora sono in cinque, in una casa di tre stanze. Io non ci dormirei di notte a saperla così, poi ognuno fa i conti con se stesso. In genere non mi lascio andare ma in questo caso faccio fatica a stare zitta".

La decisione di Giovanni e Luisiana dopo questo discorso, però, non cambia e i due lasciano che la busta si chiuda e vanno via.