Non dite che non vi avevamo avvertiti: con Tyler Rake, Chris Hemsworth ha trovato il suo John Wick. Il film dei fratelli Russo, disponibile su Netflix dal 24 aprile, è stabilmente in prima posizione tra i più visti della piattaforma. Un aspetto che potrebbe spingere il colosso di contenuti on demand a chiedere un sequel del mercenario senza macchia e paura. Quello strano e sorprendente finale, del resto, spinge sin da subito alla possibilità che ritrovarsi con un Tyler Rake 2 non sia né fantascienza, né utopia. È il cinema, bellezza: se non hai visto il corpo, allora vuol dire che non è morto.

Il finale aperto di Tyler Rake

Tyler Rake non è un film perfetto, anzi ha una scrittura banalotta. Ma è dannatamente affascinante: è intrattenimento allo stato puro. Complice la location esotica, una Dacca brulicante, e il talento alla regia di Sam Hargrave, l'esperto stuntman e coordinatore dei principali film della Marve, "Tyler Rake" ci regala un'ora e 57 minuti di buon livello con Chris Hemsworth che ammazza a ripetizione tutti i cattivoni pur di salvare il figlio del narcoboss che lo ha ingaggiato. Fino a quando, proprio sul più bello, non viene colpito mortalmente al collo dall'unico che aveva risparmiato, un baby criminale. Quando il sereno torna a risplendere, con il ragazzino salvato che riprende le sue normali attività, sullo sfondo si distingue una figura. E la domanda: Tyler Rake è ancora vivo?

La reazione dei fratelli Russo sul sequel

I Russo brothers non si sono di certo nascosti sulla possibilità di fare un sequel. Hanno scherzato, dopo aver visto l'accoglienza del pubblico e della critica al loro progetto, pubblicando su Instagram una foto con Tyler Rake che affronta John Wick: "Chi vincerebbe tra i due?", riconoscendo il forte impatto e il carisma del loro personaggio, pari a quello interpretato da Keanu Reeves. E sulla possibilità di un sequel, i fratelli Russo e Sam Hargrave hanno dichiarato a Collider che sarebbe fantastico approfondire il personaggio: "Non né abbiamo discusso prima ma abbiamo pensato a un sequel, anche perché immaginiamo che Netflix si stia godendo l'accoglienza della gente e della stampa. Saranno loro a decidere". L'impressione è che ci sia ancora tanto da dire e da fare e che il sequel di Tyler Rake sia richiesta precisa che arriva anche dal pubblico.