Emerge un’altra clamorosa storia dietro le voce dell’uomo che ha chiamato in diretta a Live – Non è la D’Urso raccontando di essere Mark Caltagirone. Nel corso della diretta del 15 maggio, la redazione della trasmissione condotta da Barbara D’Urso ha mandato in onda il risultato di una comparazione vocalica realizzata da Lucio Guzzo, perito fonico della procura di Napoli cui ci eravamo rivolti noi di Fanpage.it all’epoca della telefonata del finto avvocato arrivata in redazione. I risultati della perizia lasciano emergere un’altra sconcertante storia.

La voce di Mark corrisponde a quella di un attore

La D’Urso ha raccontato che uno spettatore, dopo avere ascoltato la voce del presunto Mark Caltagirone durante la telefonata a Non è la D’Urso, avrebbe contattato la produzione del programma perché riteneva di avere riconosciuto il timbro di un altro uomo, un attore. Si è deciso, quindi, di sottoporre quell’audio a una prima perizia che ha dimostrato che la voce di Mark era stata falsata. Una seconda perizia, invece, ha puntato a stabilire eventuali connessioni tra la voce del sedicente imprenditore e quella dell’attore riconosciuto dal telespettatore. Guzzo, dopo avere effettuato la comparazione vocalica, ha dichiarato quanto segue: “La perizia è nel complesso positiva, c’è una compatibilità tra le due voci. La qualità della voce e il timbro sono molto simili. Secondo la mia esperienza, è molto probabile che sia la stessa persona”.

Chi è l’attore che si nasconde dietro il telefono

Resta da capire chi sia l’attore che si sarebbe nascosto dietro il telefono per intervenire in diretta a Live – Non è la D’Urso. La produzione del programma sarebbe a conoscenza dell’identità dell’uomo in questione, come confermato dalla stessa conduttrice che a Eliana Michelazzo ha detto: “Noi abbiamo il nome e cognome di questa persona, e fa l’attore”. Dopo la fuga della Prati in diretta tv e il racconto di Fanpage.it che ha rivelato quanto accaduto dietro le quinte, questa vicenda potrebbe ancora regalare ai curiosi altre inimmaginabili sorprese.