video suggerito
video suggerito
Domenica Live 2020/2021

La moglie di Franco Gatti sul figlio defunto: “Comunica con me con la scrittura automatica”

Il cantante dei Ricchi e Poveri è intervenuto come ospite con la moglie Stefania in un dibattito di Domenica Live sui fenomeni soprannaturali. La donna ha sostenuto di poter comunicare con il loro figlio scomparso a soli 23 anni, e con altri defunti, tramite il processo della scrittura automatica: “La mia mano va da sola, non so quello che sto scrivendo”.
A cura di Valeria Morini
86 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La puntata di Domenica Live del 28 ottobre si è aperta con un dibattito sui fenomeni soprannaturali. In studio, sono apparsi diversi personaggi del mondo dello spettacolo che sostengono di aver avuto esperienza paranormali di vario tipo. Tra questi, Franco Gatti dei Ricchi e poveri, che insieme alla moglie Stefania ha raccontato il modo in cui comunicherebbero con il figlio deceduto. Alessio morì appena 23enne, a causa di un’overdose nel 2013. La donna riuscirebbe a "parlare" con lui, ma anche con la sorella scomparsa e con altri defunti, grazie alla scrittura automatica.

Questa cosa mi ha aiutato a elaborare il lutto di questo evento drammatico. Ho iniziato la scrittura automatica tanti anni fa, un percorso che si è evoluto. La penna scorre a grandissima velocità, scrivo completamente al buio. Solo le mamme che hanno perso un figlio possono capirmi veramente.

La presunta lettera di Alessio Gatti

La donna sostiene di sentire spesso, la notte, un fortissimo impulso ad alzarsi, mettersi alla scrivania e scrivere lunghe lettere. Stefania ha letto in un filmato una presunta lettera del figlio Alessio: un messaggio pieno di parole d'amore nei confronti dei genitori in cui, curiosamente, ha nominato anche Barbara D'Urso (facendo riferimento alle ospitate dei genitori a Domenica Live). La moglie di Gatti ha spiegato cosa le succede, rivelando di aiutare molte persone che hanno subito lutti.

Non funziona a comando. Mi sveglio di notte e sento un impulso pazzesco. Non mi succede tutte le notti. Non posso dire assolutamente che sento delle voci. Mi alzo, vado alla scrivania e la mia mano va da sola. Non metto punti e virgole, in quel momento non so cosa sto scrivendo. Non credo sia trance, penso di essere in uno stato di coscienza particolare. Finito ciò torno a dormire senza rileggere. In quel momento sono un "canale". Il giorno dopo rileggo il messaggio e scopro chi me lo ha inviato. Ho un'associazione per persone che hanno perso i loro cari: dopo che li ho incontrati, mi arriva un messaggio del loro caro defunto. Io mi ritengo una persona razionale, eppure questo è quello che mi accade.

Cos'è la scrittura automatica e come funziona

La cosiddetta "scrittura automatica" è infatti il processo di scrittura di frasi che non arrivano dal pensiero cosciente dello scrittore, ma che avviene in stato di trance o in maniera cosciente ma senza la consapevolezza di quello che si sta scrivendo. Secondo la parapsicologia, tale fenomeno permetterebbe appunto di entrare in contatto con i propri cari defunti e con personaggi storici. Va detto inoltre che esiste un'interpretazione da parte degli psicologi che spiegherebbe questo processo in modo scientifico: sarebbe il frutto dei cosiddetti automatismi, comportamenti guidati da associazioni inconsce della mente.

Il caso del gabbiano: secondo Gatti sarebbe suo figlio

Non è la prima volta che la famiglia Gatti parla di comunicazioni con il figlio dall'aldilà. Il cantante ha sostenuto più volte come Alessio potrebbe fargli spesso visita nella forma di un gabbiano. Un volatile si è presentato in diverse occasioni sul suo balcone e una volta persino a Mosca. In un video dal terrazzo di casa, Gatti ha parlato nuovamente di questo curioso episodio: "Da un po' non vedevo il gabbiano, ma qualche giorno fa ho trovato una piuma sul balcone".

86 CONDIVISIONI
271 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views