"Live – Non è la D'Urso", nella puntata in onda mercoledì 12 giugno, ha parlato ancora del caso di Pamela Prati e dello sposo "fantasma" Mark Caltagirone. Il programma di Barbara D'Urso ha aggiunto un ulteriore tassello alla complicatissima vicenda: ovvero, Martina Cappelletti, una giovane assunta da Pamela Perricciolo, la controversa ex manager della Prati, per fingersi nipote di Caltagirone.

La storia di Martina, la nipote di Mark

La storia raccontata in diretta da Martina getta ulteriori ombre sulla questione. Personal trainer che nulla ha che vedere con il mondo dello spettacolo, e legata alla Perricciolo e a Eliana Michelazzo da una conoscenza superficiale, la ragazza è stata coinvolta nell'assurda messa in scena su Mark e sul fantomatico figlio Sebastian, affetto da un tumore alla gola.

Ho conosciuto Pamela ed Eliana nel 2015 perché avevo un'amica che faceva parte della loro agenzia. A fine 2017 vengo ricontattata solo dalla Perricciolo, che mi propone di partecipare a un reality che sarebbe andato in onda su Sky nel settembre 2018. Il titolo non mi è stato detto. Lei mi spiega che sono 4 famiglie, ogni famiglia ha al suo interno parenti reali e finti. Io dovevo fare la parente finta, ma avrei avuto 8-9 mesi di tempo per conoscere Mark e Sebastian. Sono stata affascinata da questo bambino orfano, solo e malato. Lo sentivo tutte le settimane, tramite Facebook dal profilo di Sebastian Caltagirone. Ci scrivevamo e basta, non lo chiamavo. Il piccolo mi diceva che aveva un tumore e faceva la chemio, che quando sarebbe venuto a Roma a farla ci saremmo visti.

Martina non ha mai incontrato Sebastian

Per molti mesi, Martina sarebbe dunque rimasta in contatto con il piccolo, ma soltanto a livello virtuale. In seguito, si è scoperto che bambino è stato interpretato da un giovanissimo attore, che – secondo il suo l'avvocato – sarebbe stato assunto dalla Aicos Management (la società della Perricciolo e della Michelazzo) senza che i genitori conoscessero i dettagli del suo "incarico". Così è proseguito il racconto di Martina Cappelletti:

Sono stata invitata a vederlo di persona solo negli ultimi mesi, da Pamela Perricciolo. Mi ha chiesto di andare a Roma, per farmi stare una giornata con Seba che stava tanto male data la situazione, visto che i suoi (Mark Caltagirone e Pamela prati, ndr) non si sposavano più. In più mi ha fatto credere che il bimbo fosse isolato in Corsica con la nonna, e che la mamma del bimbo fosse una parlamentare francese.

A quel punto, resasi ormai conto che l'intera situazione era sospetta, Martina avrebbe deciso di prendere le distanze. La ragazza non ha mai incontrato il sedicente Sebastian. In un'intervista video rilasciata a Live – Non è la D'Urso la settimana scorsa, la Cappelletti aveva inoltre spiegato di essere stata in contatto virtuale anche con il suo finto "zio" Mark.

Parla la mamma del bambino che ha interpretato Sebastian

A "Live – Non è la D'Urso" ha parlato in un'intervista video anche la madre del bambino assunto per interpretare Sebastian. La donna ha confermato che suo figlio sarebbe stato incaricato dalla Perricciolo di fingersi malato alla gola in una serie di video e messaggi audio.

Pamela ed Eliana mi chiesero di fare un book fotografico e qualche spot pubblicitario. Il 30 dicembre 2016 mi contatta la Perricciolo e mi chiede un videoselfie di mio figlio, forse per una fiction o un programma televisivo. Ne parlo con mio figlio e lui mi dice: "Mamma, proviamoci". Seguiva un copione che Pamela mandava. Doveva dire in video o in nota vocale cose tipo "ciao mamma come stai". Doveva parlare con voce rotta perché aveva un problema alla gola, sempre molto triste. Ho conosciuto Eliana nella stessa circostanza della Perricciolo, quando lavoravo in negozio. L'ho rivista nel ristorante che gestivano, Pamela portò mio figlio a fare un giro. La Michelazzo lo conosceva. Non ho percepito soldi da loro, assolutamente no.

L'avvocato della famiglia ha confermato che sul telefono del ragazzino sarebbero ancora presenti centinaia di questi video e note audio. La stessa Barbara D'Urso ha dichiarato di aver sentito alcuni di questi messaggi, con la voce del bimbo sofferente e rotta dalla tosse. La Michelazzo, presente in studio, ha negato con fermezza di averlo incontrato in questi ultimi anni. Lo avrebbe visto soltanto diversi anni prima: "Ora che ho visto la mamma so che conosco questa signora. il bambino l'avevo visto piccolino, non l'ho riconosciuto quando l'ho visto in video. Non sapevo che fosse iscritto all'Aicos, non ho mai visto il documento. ".