La famiglia de Le Iene ha salutato Nadia Toffa dopo i funerali del 16 agosto. A Brescia per l’addio alla giornalista e conduttrice del format di Italia1 si sono riuniti tanti colleghi ed ex colleghi, alcuni tra i volti più noti lanciati dalla trasmissione accorsi per partecipare ai funerali tenuti all’interno della Cattedrale di Santa Maria Assunta. C’erano Giulio Golia, Antonino Monteleone, Matteo Viviani, Paolo Calabresi, Enrico Lucci, Filippo Roma, Pablo Trincia e numerosi altri volti de Le Iene. Oggi è il giorno della tristezza per quelli che volevano bene a Nadia, il momento in cui il clamore comincia a spegnersi e lascia spazio al silenzio. L’hanno ricordata sui social i colleghi de Le Iene, i molti che hanno partecipato ai funerali e quelli che non ci sono riusciti. Commosso il messaggio scritto da Filippo Roma:

Ieri sera, mentre in macchina ero sull’autostrada, ho pensato: “Vedi la grandezza di Nadia? Ha avuto il potere di riunirci a Ferragosto”. Chi veniva da una parte. Chi dall’altra. Ci siamo precipitati a Brescia, ovunque ci trovassimo. Ti sarebbe piaciuto vederci tutti insieme lì per te, stretti in un unico abbraccio. O forse ci hai visto, chissà. Ed è grazie a te che da oggi voglio ancora più bene ai miei compagni di avventura. Sarai per sempre un ricordo indelebile, una luce accesa nella mente, un tocco di magia nel cuore. Si Nadia, sei magica veramente.

L’arrivederci di Giulio Golia e Stefano Corti

Non è un addio ma un arrivederci, piccolina. Sarai sempre con noi. Ciao Nadia” ha scritto Giulio Golia, ancora profondamente provato. Collega della Toffa, ha preso parte ai funerali e salutato commosso il feretro all’uscita dalla chiesa. È un arrivederci anche quello di Stefano Corti che abbraccia la volontà di Nadia e ricorre a un’apparente leggerezza, quella che lei stessa si sarebbe auspicata: “Oggi hai riunito tutti per dirci ciao Nadia. Sorrido nell’immaginarti seduta su una nuvola a prenderci in giro come si faceva in redazione. A proposito, ho preso in prestito il maggiolino che avevi in ufficio, mi piaceva troppo! Te lo ridarò. Ci vediamo Toffa”. Ha condiviso il video postato sulla pagina Instagram de Le Iene Alessandro Onnis, quel filmato che mostra Nadia libera di ballare sulla spiaggia: “Oggi eravamo in tantissimi a salutarti, sapendo che un giorno ci ritroveremo ancora tutti in un bellissimo tramonto, a ballare senza pensieri”.

Non è un addio ma un arrivederci,piccolina. Sarai sempre con noi. Ciao Nadia

A post shared by Giulio Golia (@giuliogolia) on

Matteo Viviani è rientrato da Santorini per i funerali di Nadia

Matteo Viviani è rientrato da Santorini, dov’era in vacanza con la sua famiglia, per partecipare ai funerali di Nadia Toffa a Brescia. Dopo la cerimonia, sui social ha scritto: “Buon viaggio Nadinka…”. “Viva sempre” ha scritto Alice Martinelli mentre Cristiano Pasca ha condiviso l’ultima foto pubblicata dalla famiglia di Nadia: “Saranno in molti oggi a salutarti, chi da vicino, chi invece, con il cuore, lo farà da lontano. In un modo o nell’altro saremo tutti accanto a te e alla tua famiglia, a cui va il mio pensiero e il mio abbraccio! Ciao guerriera, la tua forza diventerà la nostra”. Anche Nina Palmieri ha celebrato l’inesauribile voglia di vivere della Toffa: “Che ‘scherzo’ che ci hai fatto Toffa… e che magia sentirsi parte di questa famiglia, della tua famiglia. Oggi ti abbiamo visto lì, con il tuo sorriso da folletto, ad urlarci a 1 cm dalla faccia: ‘Vi ho fregato eh! State tutti qua!!!’. Ti immaginiamo così, a ballare scalza sulla sabbia… Buon vento bionda. Con tutto il nostro amore”.

Pablo Trincia ha ricordato gli esordi della Toffa a Le Iene

Pablo Trincia, anche lui presente ai funerali, ha voluto ricordare pubblicamente gli esordi di Nadia a Le Iene: “Nadia era una collega davvero in gamba, con una forza di volontà pazzesca. Ricordo quando era appena arrivata da noi.  Faceva tutti i giorni avanti e indietro tra Cologno e Brescia, stava in redazione fino a tardi, sempre a studiare o a telefonare. Ho in mente questa immagine di lei seduta all’ultima scrivania libera dell’ultima stanza in fondo alla redazione. Sarà stato il 2009. Ha fatto parecchio fatica, il suo primo anno, a mandare in onda i suoi servizi. La gavetta alle Iene può essere tosta. Pochi resistono. Lei però è stata determinata. Ci ha creduto. Ci ha messo corpo e anima. Non ci ho mai lavorato assieme (eravamo entrambi inviati, quindi con vite parallele), ma i colleghi autori con cui giravamo mi raccontavano di quanto fosse tenace. Lo dico ai più giovani: se volete avere successo nella vita, vi serve QUELLA carica. QUELLA determinazione. QUELLA voglia. Ciao Nadia. Buon viaggio”. Presente ai funerali anche Ismaele La Vardera: “Stamattina eravamo tutti lì a salutarti con il cuore spezzato. Hai continuato a dire, nonostante tutto, ‘Dio non è cattivo’. Da Cristiano sentire quelle parole mi hanno fatto interrogare anche sul senso della fede che dico di avere. Perché la tua morte ci insegna a rivedere tutte le nostre priorità, a capire che il senso delle cose sta Nell’eternità per una vita che è solo di passaggio. Fama e successo sono solo come fumo che appare e poi svanisce, e tu con la tua umiltà l’avevi capito bene. Anche andandotene via ci hai lasciato una grande lezione, con il sorriso, con la tua grande empatia. Arrivederci Nadia”. Roberta Rei ha ricordato il momento della sorpresa ricevuta da Jovanotti: “Che la musica ti abbracci fin lassù” mentre Silvio Schembri ha ricordato, una volta di più, quanto Nadia resterà per sempre una Iena: “Per sempre. Con noi”.