La puntata di "Chi l'ha visto?" andata in onda ieri sera, ha dato ampio spazio al caso della scomparsa di Roberta Ragusa. La trasmissione ha dato la parola allo zio della donna, che ha tracciato un profilo di Roberta e ha detto la sua circa Antonio Logli. I familiari hanno potuto leggere i documenti relativi all'inchiesta e sono quindi venuti a conoscenza dell'impianto accusatorio nei confronti del marito, colpevole secondo la Procura di aver ucciso la moglie e aver distrutto il cadavere.

Antonio Ragusa, intervistato da Paola Grauso, ha dichiarato:

"Noi non sappiamo dove mettere un fiore per mia nipote, se ci fosse stato mio fratello sarebbe morto di crepacuore sapendo questa cosa. Ecco perché siamo interessati a sapere la verità e ad avere giustizia. Lo devo a mio fratello. Con mio fratello avevo un rapporto particolare."

L'arrivo della famiglia Ragusa in Italia e l'incontro tra Logli e Roberta:

"Mio fratello e la moglie stavano in America, poi sono venuti in Italia e si sono trasferiti a Pisa. A Pisa è nata Roberta. Quando aveva 10-11 anni andava dalla famiglia Logli che aveva un negozio di merceria e la bambina giocava, è cresciuta là dentro. Naturalmente il marito lo ha conosciuto là dentro. Era il figlio della padrona. Tutto ciò che è successo dopo, io non lo capisco. Mi sembrava una famiglia unita. Che lui avesse una doppia personalità, che lui avesse una doppia vita, lo abbiamo scoperto quando è successo il fatto. Noi pensavamo fosse un marito modello. A mia nipote, non  le si è potuto dire niente. Mia nipote ha avuto un'educazione dai genitori fantastica. Era una donna meravigliosa."

I genitori di Roberta Ragusa
in foto: I genitori di Roberta Ragusa

"Pensavamo fossero una coppia felice" – Antonio Ragusa ha spiegato di non sapere nulla della relazione tra Sara Calzolaio e Antonio Logli:

"All'inizio sembrava andasse tutto bene e poi è successo quello che è successo, tanto è vero che finché non è successa la scomparsa noi pensavamo fossero una coppia felice. Questo pensavamo. Poi andiamo a sapere che da otto anni c'era questa tresca con questa Sara Calzolaio. Noi lo conoscevamo come un uomo integerrimo, invece non era così. Mi hanno colpito questi tradimenti e lui che nega sempre l'evidenza. Lui nega l'evidenza dei fatti, come se fosse niente insomma. Lui dice sempre che non sa niente."

Poi racconta un episodio che ha letto nei verbali:

"Io ho letto il verbale di una deposizione di una signora che ha avuto un tamponamento con lui, essendo titolare di scuola guida si è fatto avanti dicendo: "Non si preoccupi signora, il C.I.D. glielo compilo io." Lui ha tamponato questa signora, che è della Sardegna, ma quando ha fatto il C.I.D. ha detto che la signora ha fatto marcia indietro e ha tamponato lui. Questo è Antonio Logli. Lui si è dimostrato sempre un uomo bugiardo, dal primo giorno all'ultimo giorno."

Con i familiari di Roberta, Antonio Logli era freddo:

"Con noi lui è stato sempre freddo. È uno di quelli che non partecipano neanche alla discussione tra familiari e roba del genere. Mia nipote è stata sempre, diciamo così, sciolta nel parlare, nell'esprimersi. Lui se ne stava tranquillo e non interferiva."

L'ultima volta che Antonio Ragusa ha sentito Antonio Logli è pochi giorni dopo la scomparsa di Roberta:

"L'ultima telefonata è stata quando gli ho chiesto: "Che è successo? Abbiamo saputo che è sparita Roberta". Ho telefonato al numero di Roberta e mi ha risposto lui al telefono. Mi ha detto: "Forse Roberta era un po' stordita, è uscita di casa." Gli ho detto: "Se sai qualcosa, fammelo sapere subito." Siamo rimasti così e non l'ho più sentito da quel giorno."

Roberta Ragusa voleva separarsi da Antonio Logli?

"La bambina dice nel verbale: "Ho sentito la mamma che diceva a papà: "Se noi stiamo insieme è per i figli. Ad un certo punto è meglio separarci." Però non gli conveniva separarsi perché avrebbe avuto l'addebito del mantenimento della moglie e dei figli, avendo avuto l'amante ecc, ecc."

Le confidenze di Antonio Logli ad una donna con cui avrebbe avuto un rapporto sessuale.

"Questo è stato detto anche ad un'altra signora con cui ha avuto un contatto sessuale, lui si è sfogato con questa signora e ha detto che aveva una bella moglie e una bella amante. Lei gli ha detto: "Però se hai una moglie e non andate d'accordo, separati" e lui ha detto che non poteva separarsi perché i problemi erano quelli."

Infine una riflessione su Sara Calzolaio.

"La signora Calzolaio si è presa il marito, si è presa i figli e si è presa la casa. Questo è il mio pensiero. Quello che mi preme di più è che si è ficcata dentro la casa di mia nipote e le ha preso la famiglia. Sono molto arrabbiato, sono anni che vivo in queste condizioni. Per me Roberta non mi sente più, perché non c'è più."