Si è concluso con un episodio spiacevole, il 2019 di Irene Ferri. L'attrice, reduce dal grande successo della fiction ‘Pezzi Unici‘ dove interpretava Anna Berardi, sarebbe stata vittima di un'aggressione. Mentre si trovava a Piazza Risorgimento a Roma, una edicolante l'avrebbe colpita alla nuca. In queste ore, Irene Ferri è intervenuta sui social.

Le dichiarazioni di Irene Ferri

Irene Ferri ha preso la parola su Instagram per tracciare un bilancio dell'anno appena trascorso. Non è mancato un riferimento a quanto accaduto in questi giorni. L'aggressione che sostiene di aver subito, le avrebbe fatto comprendere con maggiore forza, l'importanza della "tolleranza e del rispetto" e il valore di ciò che si ha e che non si deve mai dare per scontato:

"Buongiorno, buon ultimo giorno di questo incredibile anno! Per questo 2019 io sono grata! Sì, lo sono fino in fondo. Lo sono nonostante quello che é successo negli ultimi giorni. Forse lo sono ancora di più proprio per ciò che è accaduto. Perché mi ha fatto capire ancora una volta e ancora di più quanto sia importante la tolleranza, il rispetto, il valore di ciò che si ha e che si può perdere in un attimo senza che dipenda dalla nostra volontà. Ecco da questa finestra che si apre sul futuro vi auguro un 2020 ricco di giustizia, di pace, di amore e cura verso voi stessi e verso chi ne ha più bisogno, chi ci vive accanto, il famoso Prossimo".

Il comunicato dell'avvocato dell'attrice

Nella giornata di ieri, Irene Ferri ha diramato un comunicato tramite il suo legale, per chiarire che l'aggressione da lei subita sarebbe stata del tutto gratuita e non sarebbe scaturita da una lite come riportato da alcuni media:

"In relazione ai numerosi articoli di stampa che riportano lo spiacevole episodio  di cui è stata suo malgrado protagonista l’attrice Irene Ferri, occorso nella giornata di ieri  in Piazza Risorgimento, si intende precisare che a seguito dell’ingiustificata e inaccettabile aggressione subita, tale risultando la reale dinamica dell’evento, la mia assistita ha subito lesioni tali da rendere necessario l’accesso a struttura ospedaliera dalla quale è stata dimessa con prognosi iniziale di giorni tre salvo complicazioni. La Ferri, visibilmente scossa dall’accaduto, è stata proditoriamente colpita alla nuca ed  ha già presentato rituale querela per ottenere doverosa tutela nelle opportune sedi giudiziarie. Avv. Cesare Gai".

Buongiorno, buon ultimo giorno di questo incredibile Anno! Per questo 2019 io sono grata! Sì, lo sono fino in fondo. Lo sono nonostante quello che é successo negli ultimi giorni. Forse lo sono ancora di più proprio per ciò che é accaduto. Perché mi ha fatto capire ancora una volta e ancora di più quanto sia importante la tolleranza, il rispetto, il valore di ciò che si ha e che si può perdere in un attimo senza che dipenda dalla nostra volontà. Ecco da questa finestra che si apre sul futuro vi auguro un 2020 ricco di giustizia, di pace, di amore e cura verso voi stessi e verso chi ne ha più bisogno, chi ci vive accanto, il famoso Prossimo. PS: Detto ciò, devo però anche pubblicare il comunicato ufficiale dell'avv. Cesare Gai, poiché la notizia su ciò che é accaduto in piazza Risorgimento due giorni fa e riportata da molti giornali non é corretta, né veritiera. Grazie #ireneferri sempre e comunque #brunette ❤️

A post shared by Irene Ferri (@ferri.irene) on