Pierluigi Diaco ha abituato il pubblico del programma ‘Io e te‘ alla sua schiettezza. Se c'è qualcosa che non gli va giù, non esita a rimarcarlo. Dopo l'ormai noto sfogo contro la giornalista Vira Carbone il cui cellulare si mise a squillare in studio, nella puntata andata in onda giovedì 18 luglio ha rimproverato la scrittrice Antonella Boralevi, sua ospite in studio.

Il dibattito sulla maternità in età avanzata

Pierluigi Diaco ha invitato Antonella Boralevi, Giusi Ferrè e Hoara Borselli per affrontare il dibattito sulle donne che decidono di diventare mamme in età avanzata. Il conduttore ha spiegato di ritenerlo un tema delicato e di non avere intenzione di dare giudizi affrettati, come alcuni uomini sono soliti fare:

"Quando si parla di un argomento come questo si semplifica parecchio, gli ometti spesso danno giudizi ingenerosi nei confronti delle donne. Nessuno di noi ha la patente, nemmeno io non essendo neanche papà, di poter parlare di questo argomento quindi chiedo a tutti il massimo rispetto perché la maternità, a qualunque età venga vissuta, va comunque rispettata perché è una vita che nasce".

Il rimprovero ad Antonella Boralevi

Dopo aver introdotto l'argomento del dibattito, ha presentato le sue ospiti: Giusi Ferrè, Hoara Borselli e Antonella Boralevi. Di quest'ultima ha detto: "Non ha bisogno di presentazioni, è una scrittrice con le idee sempre molto chiare". Così, la Boralevi ha colto la palla al balzo: "Ti ho portato questo, il mio romanzo" ha spiegato, indicando il libro che aveva tra le mani. Pierluigi Diaco ha commentato: "Mi hai portato un libro? Ma vuoi regalarlo a me in privato o vuoi farlo vedere davanti alle telecamere?". La scrittrice ha ammesso: "Entrambe le cose". Il conduttore ha replicato seccamente: "Ah ecco, magari questo lo facciamo dopo, è più di buon gusto". Quindi ha chiuso il discorso e ha riportato l'attenzione sul dibattito. (Qui il video della puntata di ‘Io e te').