Nel giorno del suo ottantesimo compleanno si è spento Gigi Proietti, l'ultimo grande mattatore del teatro italiano. Un maestro, un'icona della comicità, un attore indimenticabile che ha segnato un modo di stare sul palcoscenico ormai indelebile nell'immaginario degli italiani. Oltre ai tanti protagonisti della tv e del cinema che hanno collaborato con lui nella sua lunga carriera, a salutarlo nel giorno della sua scomparsa non poteva mancare Enrico Montesano, suo storico compagno in "Febbre da cavallo". L'attore romano ha voluto salutarlo con un messaggio su Facebook, senza tralasciare l'ironia, coperta da un velo di tristezza.

Il messaggio di Enrico Montesano

"Te possino Mandra', proprio oggi?" così Enrico Montesano saluta Gigi Proietti, di cui era la spalla in uno dei film più noti del cinema italiano, che è entrato nel linguaggio comune, tanto che il termine ‘mandrakata' ha assunto una sua valenza particolare nel dialetto romanesco. Un duo rimasto nella storia e che, nonostante la dipartita del grande attore romano, continuerà ad essere uno dei cardini della comicità romana e non solo, sebbene alla prima comparsa sul grande schermo nel 1976, Febbre da Cavallo non ebbe il successo sperato, anzi, la critica lo stroncò subito. Col passare del tempo, però, soprattutto grazie alla televisione, la pellicola ebbe un successo straordinario, tanto da essere riproposta alla 67esima Mostra del cinema di Venezia.

Gigi Proietti è deceduto alle prime ore del mattino del 2 novembre, giorno in cui avrebbe compiuto ottant'anni. Nella serata di ieri era trapelata la notizia che l'attore fosse ricoverato già da 15 giorni, in una clinica di Roma, a causa di problemi cardiaci, di fatti è stato stroncato da un infarto. Tanti i messaggi di cordoglio, affetto e stima arrivati in queste ore che seguono la scomparsa di uno dei grandi attori del teatro italiano che della comicità ha fatto il suo mestiere.